Primo Piano

Come le ‘app’ hanno cambiato il mondo

App, foto internet

Qual è l’importanza delle tecnologie dell’informazione e come queste hanno cambiato lo stile di vita di ogni individuo da quando hanno fatto il loro ingresso nel mondo?

L’informatica, in primis, ha rivoluzionato pressoché ogni settore. Eppure, dopo un boom avvenuto a cavallo tra gli anni 80 e 90, con la rapida diffusione di Internet che ha raggiunto il culmine con la banda larga (ADSL) , il mercato dell’informatica e l’innovazione tecnologica apportata, forse per la crisi economica, hanno subito una battuta d’arresto. Le aziende non hanno più cercato di sorprendere l’utenza, ma si sono limitate al rilascio di aggiornamenti, nuovi release, ma, di fatto, nulla di nuovo.

L’esempio più eclatante è Microsoft: ha trovato la strada vincente con il suo sistema operativo Windows 95 e, quasi con cadenza annuale, ha rilasciato un nuovo sistema operativo basato su caratteristiche dei predecessori, senza che mai vi fosse una completa rivoluzione.

La situazione si è ufficialmente sbloccata con l’arrivo degli smartphone, ibridi tra cellulari e notebook, che racchiudono in pochi pollici una potenza elaborativa sufficiente a soddisfare le richieste di un qualsiasi utente. Ed è proprio per gli utenti che sono nate la “applicazioni”, oggi più comunemente definite “app”. Si tratta di veri e propri software che permettono all’utente di avere in qualche modo agevolata la vita.

Applicazioni per il meteo, applicazioni per gli appunti, applicazioni per la navigazione stradale, applicazioni per imparare ad annodare una cravatta, applicazioni per imparare ad allacciare le scarpe: sono solo alcuni tra i principali usi delle applicazioni. Perché basta fare un giro sul web per rendersi conto che esista una applicazione per ogni possibile compito che l’essere umano può svolgere.

E se da una parte il vantaggio è evidente, dall’altro si rischia di creare una notevole dipendenza tra l’uomo e le app che diventano, tristemente, maestre di vita quotidiana.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.