Scuola & Università

Civico: insediato Comitato etico di Vigilanza

Applicazione immediata del rating di legalità e della white list: sono tra gli obiettivi del Comitato di vigilanza etico per l’applicazione del codice etico dell’Azienda ospedaliera Civico che si è insediato stamattina all’Ospedale Civico.

I componenti, ricevuti dal commissario straordinario, Carmelo Pullara, sono gli avvocati penalisti Nino Caleca, Francesco Carità, Marcello Montalbano, i docenti universitari Maria Immordino e Ernesto D’Angelo, il segretario tecnico, l’avvocato amministrativista Domenico Cantavenera.

Il codice etico è una carta in 23 articoli dei diritti e dei doveri morali che esplica e indica le responsabilità etico-sociali di ogni membro dell’organizzazione. E’ stato presentato il 14 maggio dello scorso anno all’Ospedale Civico, è già stato applicato in questi mesi in diverse azioni amministrative.

“L’insediamento del comitato – sottolinea il commissario straordinario del Civico, Carmelo Pullara – è un motivo d’orgoglio per il nostro Ospedale, prima azienda regionale pubblica che si è dotata di un codice etico per contrastare ancora più efficacemente corruzione e malaffare”.
Il codice definisce regole e valori fondamentali per garantire l’efficacia e la trasparenza dell’intera struttura, contiene i principi ispiratori dell’attività, il compendio dei diritti e dei doveri ai quali devono attenersi l’Azienda ospedaliera, i suo dirigenti, i dipendenti, i collaboratori, e tutti i soggetti terzi che hanno rapporti con essa. E’ un mezzo per prevenire comportamenti irresponsabili o illeciti da parte di chi opera in nome e per conto dell’Azienda che, con il codice, ha scelto di conformare la propria azione amministrativa al rispetto dei più moderni standard organizzativi.
Il comitato di vigilanza etico dura in carica tre anni, ed è rinnovabile una sola volta.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.