Economia & Lavoro

Cisl, “40 vetture ferme, lavoratori senza stipendio, la Regione intervenga subito”

Lavoratori senza stipendio, ben 40 vetture ferme da sei mesi per mancanza di fondi che blocca la loro manutenzione, comuni che restano dunque privi del servizio di collegamento, tutto mentre l’Ast attende ben 11 milioni e mezzo di euro dalla Regione per la ricapitalizzazione, e il corrispettivo del primo trimestre del 2013 dovuto per l’affidamento del contratto provvisorio, pari a 4 milioni e 503 mila. È una situazione che, se non risolta nel più breve tempo possibile, porterà l’Ast al collasso”. A denunciare la situazione in cui versa l’Azienda siciliana Trasporti, sono Amedeo Benigno Segretario Generale Fit Cisl Sicilia e Salvatore Girgenti Segretario Fit Cisl Responsabile Mobilità. I lavoratori attendono lo stipendio di febbraio e ancora non giungono notizie certe sul pagamento, intanto i fornitori di gasolio, manutenzione e ricambi hanno fatto sapere all’Azienda di avere grosse difficoltà, per via dei crediti vantati e non pagati dall’Ast, a prestare ancora la loro opera.

Benigno e Girgenti aggiungono : “L’Ast aveva ottenuto due milioni e mezzo di euro erogati dalla Regione ma per via dei debiti con la Banca nazionale del Lavoro, sono state totalmente trattenuti e ora a pagare sono come sempre i lavoratori e gli utenti di questa Azienda. A febbraio poi, l’Ast si era assunta l’impegno di versare ai lavoratori un acconto di premio di risultato per l’anno 2011, ma non si intravede nemmeno questo pagamento”. “Faremo il possibile intanto per garantire il pagamento dello stipendio per i lavoratori, e faremo di tutto per scongiurare il blocco dell’Azienda, le famiglie – aggiungono Benigno e Girgenti –, in questo particolare momento di crisi non possono tollerare questi ritardi. L’Azienda però sia più vicina alle esigenze dei lavoratori piuttosto che instaurare un clima pesante”. E lanciano un appello alla Regione “Chiediamo al Presidente della Regione Crocetta un intervento urgente come il pagamento delle altre somme attese dall’Ast, la politica non può disinteressarsi , si provveda subito a salvare questa Azienda per il bene dei lavoratori e degli utenti, che in tanti utilizzano il servizio di trasporto che ha una vera e propria valenza sociale” concludono i due Segretari della Fit.

 

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.