CronacaPrimo Piano

Ci saranno più treni per collegare Palermo e Catania

Dopo il crollo del viadotto avvenuto nella Palermo-Catania dal prossimo tre maggio aumenterà l’offerta ferroviaria tra le due città, passando dagli attuali quattro a quattordici diretti al giorno. Prevista anche una riduzione dei tempi di percorrenza.

La Sicilia adesso è veramente divisa in due, potremmo infatti chiamarla come in antichità”Il Regno Delle Due Sicilie“.

Innumerevoli sono le polemiche e dopo le  prime stime dei danni, che ammontano a circa 316 milioni, la priorità diventa quella di garantire i collegamenti tra le parte occidentale e quella orientale dell’Isola.“

A tal proposito l‘assessore regionale alle Infrastrutture, Giovanni Pizzo, ha annunciato che dal prossimo tre maggio aumenterà l’offerta ferroviaria tra Palermo e Catania: passando dagli attuali quattro a quattordici treni diretti al giorno. E inoltre sarà anche una decisa riduzione dei tempi di viaggio, che scenderanno sotto le tre ore.

Un treno ogni due ore con fermate a Termini Imerese, Caltanissetta Xirbi ed Enna. Infatti dopo i due treni straordinari istituiti lo scorso 13 aprile,  che hanno portato a 4 le attuali corse dirette giornaliere tra i due capoluoghi, dal prossimo 3 maggio l’offerta conoscerà un ulteriore consistente incremento, anticipando di oltre 6 mesi, grazie a un forte impegno tecnico organizzativo di Fs Italiane. L’incremento di corse dirette tra le due città capolinea potenzierà di pari passo, anche i collegamenti con e tra Caltanissetta, Enna e Termini Imerese e modificherà sostanzialmente tutta l’attuale offerta.

Daniela Spadaro

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.