Primo PianoterritorioTurismo

Chiuso il parco archeologico di Selinunte nei giorni festivi

(di redazione) I custodi del parco archeologico di Selinunte hanno esaurito il numero massimo di giorni  festivi durante i quali è possibile lavorare. La beffa arriva mentre si è svolto il Google Camp che ha acceso i riflettori di tutto il mondo sulla Sicilia.

Lo segnalano i rappresentanti locali della Uil, del Sadirs e dell’ Ugl che hanno incontrato il dirigente del parco, Bernardo Agrò, facendo il punto della situazione.

“Nonostante ci sia l’accordo per la deroga così come era stato fatto lo scorso anno, spiegano le Segreterie Regionali Uil, Sadirs e Ugl, il dirigente generale ha stabilito che per quanto riguarda i parchi debbano essere le strutture a provvedere con propri fondi. Ma questa disposizione sta mettendo in gravi difficoltà il dirigente che pure si è prodigato con grande senso di responsabilità per provare a trovare una soluzione. Stando così le cose, però, nelle giornate festive non potrà essere garantita l’apertura.

Non è solo una questione di fruizione ma anche di sicurezza, trattandosi di turni h 24. Siamo pronti a presentare un esposto se la normativa dovesse essere violata. C’è un accordo sugli straordinari che va rispettato altrimenti si va in deroga rispetto alla legge con rischio di sanzioni”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

3 commenti

  1. ma scusate, il parco archeologico non viene visitato soprattutto nei festivi? e la regione perché non provvede? Diritto all’opinione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.