CronacaPrimo Piano

Chiesa e affini, recidivo arrestato per abusi su minori

(foto internet)

Il gesto peggiore che un uomo possa compiere è la violenza – di qualsiasi tipo – nei confronti dei minori, di chi non può difendersi. Se a compiere violenza sessuale è un uomo di chiesa la questione è molto più grave, non peggiore per il fatto in se ma perché frutto di un’azione da parte di chi dovrebbe dare l’esempio. La vergogna si è compiuta ad Altavilla Milicia dove il ripugnante Salvatore Lombardo, catechista quarantunenne, è stato arrestato per la seconda volta (quindi recidivo) per aver abusato di quattro minori dai 12 ai 15 anni durante il periodo della comunione.

Tornato in libertà dopo alcuni mesi di reclusione Lombardo era tornato a svolgere la sua attività ad Altavilla senza il minimo scrupolo, riprendendo anche le supplenze in alcuni istituti. Ora il nuovo arresto.

Lo spregevole catechista avrebbe inoltre rivolto lusinghe ai minori offrendo oggetti di valore e avrebbe tentato di comprare il loro silenzio con ricariche telefoniche e minacce su facebook.

Se un uomo si costringe a rinunciare alle pulsioni naturali poi, nei soggetti non particolarmente stabili, il rischio di questo scempio è alto: l’abuso da parte di uomini di chiesa è purtroppo molto frequente. Chi predica bene e razzola male – molto male –  in un ambito delicato come questo dovrebbe essere colpito molto duramente.

Non esiste giustificazione e non c’è forse un rimedio: dovrebbero esistere pene molto più severe e, magari, maggiore buon senso nei confronti di alcune teorie probabilmente da rivedere a fronte di quella che è la realtà dei fatti.

 

 

Simone Giuffrida

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.