Primo PianoSport

Centro Sportivo, Sindaco Monteleone: “Non ho sentito Zamparini. Gli oneri sono stabiliti dal Consiglio Comunale”.

12483-3-592x360

Il Sindaco di Carini Giovi Monteleone, contattato telefonicamente dal sito “Rotocalcio.org” ha chiarito la situazione riguardo il progetto del centro sportivo e gli oneri che Zamparini deve dare per realizzare l’opera: Sinceramente non ho sentito Zamparini, non c’è nessuna diatriba perché non l’ho sentito. Non so con chi abbia parlato lui, quindi non c’è nessun problema. Sto facendo un comunicato per far capire che se l’iter è bloccato non è colpa del comune di Carini”.

Discorso pagamento oneri: “Gli oneri per i lavori di urbanizzazione, che il presidente definisce elevatissimi, sono stabiliti dal consiglio comunale, non fatti ad hoc per lui, sono parametri da seguire. In pratica il terreno ha un valore e deve essere pagato, non deve pensare di essere nel calciomercato. Il presidente- ha continuato il sindaco- aveva fatto rumore con la giunta precedente per ottenere il centro, da quando mi sono insediato ho dato via libera e farsi sentire così dopo 5 mesi mi lascia sorpreso. Siamo istituzioni, abbiamo dimostrato serietà e rispetto per il lavoro e ci aspettiamo altrettanto rispetto e serietà. L’istituzione del comune di Carini ha la sua dignità, dopo 5 mesi che ci ha fatto fretta per cominciare non si può venire convinti che abbiamo bisogno di questi soldi, che il sindaco vada a pregare per avere questo rientro economico. Non può pensare di dover fare sempre la vittima, non può pensare di ‘fare il fesso per non pagare il dazio‘”.

Monteleone pretende più rispetto da parte del presidente dei rosanero: “Il consiglio comunale è stato serio e ha rispettato la parola data alla società Palermo calcio, ci aspettiamo altrettanto perché comunicazioni del genere non si fanno per mezzo stampa, non esistono trattative perché non si è fatto sentire con noi, lui come Baiguera. Non capisco tutto ciò, però voglio fargli capire che non siamo nel calciomercato e che non sono il suo allenatore. Possiamo parlare di tutto, ma non si fa cosi. Mi sarei aspettato altrettanta serietà, altro trattamento, dato che noi abbiamo portato rispetto per l’imprenditoria. Gli oneri per i cambi di destinazione d’uso sono già fissi, sono dei parametri e non quote scelte perché è arrivato Zamparini. Giustamente lui parla con la mentalità da speculatore, noi da istituzioni”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.