Cinema-Teatro-MusicaPrimo Piano

Cavalleria rusticana al teatro Massimo nella location di piazza Magione alla Kalsa

Ultima rappresentazione per cavalleria rusticana che sarà attuata stasera in piazza Magione perché il teatro vuole portare al grande pubblico degli esclusi le sue opere .

Guarda caso la scelta di cavalleria e’ ben finalizzata considerando il folklore di cui e intrisa e la cultura o sub cultura della sicilianità dalle forti tinte chiaramente ben comprensibile .la storia sarà sicuramente recepita in quanto accattivante forse un po’ meno la musica più frequentata dai melomani di raffinata competenza.ci ricordiamo un tempo in cui esisteva un dipartimento del teatro Massimo chiamato “decentramento”disastrosamente abolito forse per i costi ……..(ma non erano gli enti o i comuni di altre città a pagare le rappresentazioni?).

quando in una conferenza stampa chiedemmo perché il decentramento  non era più in uso ci siamo sentito rispondere che tutti dovevano andare al Massimo  e non il Massimo uscire fuori…..dal suo luogo delegato.ora riparte una specie di decentramento  alla Kalsa  dando ragione a noi sostenitori dello stesso.non ne capiscono niente in teatro di marketing  ….non capiscono che hanno bisogno di venditori del prodotto cultura e non soltanto bearsi nel pronunciarla questa parola.

se sapessero vendere le loro produzioni al Massimo non avrebbero bisogno di elemosinare alla povera gente il 5 x 1000 che meglio sarebbe destinato ad opere di più alto significato.noi promotori e capofila del progetto azionariato diffuso potremmo consigliare al prestigioso consiglio d’orientamento di tagliare gli emolumenti dei super potenti dirigenti che secondo noi risultano eccessivi.si potrebbero cosi fare più produzioni…comprare diritti musicali e far lavorare di più le maestranze.

Paolo Santoro 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.