Sport

Catania – Atalanta, le probabili formazioni

L’allenatore dell’Atalanta Colantuono

A soli 3 giorni dal gladiatorio pareggio strappato in casa con il Napoli, in inferiorità numerica per 88 minuti, il Catania scenderà domani in campo, sempre al Massimino, per la quinta giornata di Serie A. Avversario di turno l’Atalanta, vincitrice domenica all’Atleti Azzurri d’Italia contro il Palermo e a pari punti in classifica con gli etnei.

Probabile che in entrambe le formazioni cambi qualcosa, essendo questa la seconda di tre gare giocate nell’arco di una settimana.

Maran può contare su una rosa quasi al completo. Unici assenti Alvarez, squalificato, e Keko, ancora fermo a causa di problemi fisici. Probabile turno di riposo per il “Papu” Gomez, sempre presente finora e Biagianti, apparso poco sereno e forse non al top della forma. I due probabilmente saranno sostituiti, rispettivamente da Castro e Izco, mentre Bellusci dovrebbe prendere il posto di Alvarez.

Colantuono, invece, dovrà fare i conti con una serie di assenze: Lucchini è fermo per una contusione alla caviglia e, nonostante figuri nell’elenco dei convocati, dovrebbe essere sostituito da Stendardo. Anche Bellini, infortunatosi durante il riscaldamento nel match contro il Palermo, non sarà della partita. Rientra Schelotto, che però siederà in panchina.

Intanto oggi, nella sala stampa di Torre del Grifo, l’allenatore del Catania ha incontrato la stampa per l’abituale conferenza stampa pre-gara. Il tecnico ex varesino ha risposto a chi sostiene che il Catania sia una squadra con una mentalità prettamente difensiva: “Abbiamo avuto alcune occasioni contro la Fiorentina.

Dire che non siamo bravi in fase offensiva diventa ingeneroso, dato che contro il Napoli, nonostante l’inferiorità numerica, abbiamo sfiorato due volte il gol nel finale. Il Catania arriva ad ogni partita con la consapevolezza che con la cattiveria e la voglia giusta, si riescono a fare buone prestazioni e quindi possiamo giocarcela contro chiunque”.

Maran ha quindi evidenziato le insidie che i rossazzurri potrebbero incontrare nella gara di domani, contro gli orobici: “Per certi aspetti questa partita sarà più difficile di quella di domenica, dato che loro verranno qui a giocare in modo diverso rispetto al Napoli. E’ una squadra che si copre bene, da poca velocità di manovra. Dovremo essere bravi a sfruttare le situazioni”.

La partita sarà diretta da Massimiliano Irrati, di Pistoia, affiancato dai guardalinee Marrazzo e Padovan, e dai giudici di porta Ciampie Gavillucci. Quarto uomo Petrella.

CATANIA (4-3-3): Andujar; Bellusci, Legrottaglie, Spolli, Marchese; Izco, Almiron, Lodi; Barrientos, Bergessio, Castro. A disp: Frison, Terracciano, Rolin, Capuano, Biagianti, Salifu, Gomez, Ricchiuti, Sciacca, Doukara, Morimoto. All. Maran.

ATALANTA (4-4-2): Consigli; Raimondi, Stendardo, Manfredini, Brivio; Schelotto, Cigarini, Cazzola, Moralez; De Luca, Denis. A disp: Frezzolini, Polito, Lucchini, Ferri, Matheu, Scozzarella, Troisi, Bonaventura, Parra, Palma. All. Colantuono.

Le quote Snai, infine, dicono: Catania (2.05), Pareggio (3.20), Atalanta (3.65).

Paolo Guagliardito

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.