Primo PianoSport

Catania-Atalanta 2-1, le pagelle e la cronaca

Il Catania archivia la pratica Atalanta battendo gli orobici in rimonta con un 2-1. Vittoria che spinge gli etnei nella parte alta della classifica, a ridosso della zona Europa League, e che dimostra come gli elefantini abbiano un carattere indomabile, mai arrendevole.

Maran rinuncia al turn-over: Gomez titolare, con Bergessio e Barrientos a completare il tridente offensivo. A centrocampo riposa solo Biagianti, al suo posto Izco. Difesa confermata, con Bellusci a sostituire lo squalificato Alvarez. Dalla parte opposta, Colantuono deve rinunciare agli acciaccati Lucchini e Bellini, sostituiti con Stendardo e Ferri. Centrocampo folto, da trasferta, con Troisi schierato alle spalle dell’unica punta Denis. Il Catania parte forte, con due pericoli creati tra il 7’ e il 9’: Lodi scalda i guanti a Consigli su calcio di punizione e, due minuti più tardi, batte un corner sul quale si avventa di testa Bergessio, che non trova la porta di pochissimo. Al 17’ Colantuono è costretto al primo cambio del match, con Stendardo che esce infortunato, sostituito da Lucchini, anch’egli in non perfette condizioni fisiche.

La partita vive di fiammate: al 27’ ci prova Gomez, ma il suo destro è respinto da un ottimo Consigli. Sul ribaltamento di fronte però Andujar è costretto agli straordinari, per fermare Troisi lanciato in porta da Denis. Al 32’ la migliore occasione per gli ospiti: Raimondi crossa, ma il pallone è teso e sorprende Andujar, che viene salvato dalla traversa. Sul finale di tempo c’è spazio per un’altra gran parata di Consigli, su destro a giro del solito Gomez. Il primo tempo, dai ritmi comunque abbastanza blandi, si conclude a reti inviolate, con il Catania decisamente più pericoloso degli avversari, ma stoppato da un’insuperabile Consigli.

Ad inizio ripresa succede di tutto: al 49’ Andujar effettua un passaggio sconsiderato e si fa intercettare il disimpegno da Maxi Moralez, che lo salta e deposita in rete il pallone dello 0-1. Il clamoroso errore del portiere argentino scuote però il Catania, che reagisce immediatamente: su corner del solito Lodi, al 53’, salta su tutti Spolli che insacca il gol dell’1-1. Gli etnei ricominciano a macinare gioco e prendono in mano le redini della partita. Al 66’ impazzisce il Massimino: Bergessio spizza di testa, Gomez scarica sull’accorrente Barrientos che col sinistro trova l’angolo alla sinistra di un incolpevole Consigli. Si consuma così la rimonta degli etnei che in meno di un quarto d’ora ribaltano il match.

I rossoazzurri gestiscono il vantaggio e solo nel finale l’Atalanta si riversa in attacco per un assalto disperato. Ferri ha anche la palla del pareggio, al 91’, ma la spreca calciando fuori con Andujar a contrastarlo in uscita. La partita si conclude 2-1. Un Catania forse non bellissimo, ma grintoso, esce vittorioso dopo una partita comunque ostica, con l’Atalanta ben disposta in campo ma forse un po’ rinunciataria in fase offensiva.

I siciliani salgono quindi a quota 8 punti, agganciando Roma e Fiorentina. I bergamaschi rimangono a quota 5 punti (partivano da -2, ndr), ma danno la sensazione di essere una squadra quadrata, in grado di ottenere un piazzamento tranquillo. Per gli etnei non c’è nemmeno il tempo di rilassarsi: domenica al Dall’Ara c’è il Bologna.

Catania – Atalanta 2-1, le pagelle dei rossoazzurri

Andujar 4 – Da matita rossa l’errore che ad inizio ripresa regala il vantaggio agli orobici. Compie qualche buona parata, ma la combina troppo grossa.

Bellusci 7 – Tiene bene il campo e nel finale si concede anche qualche sgroppata. Ottima condizione fisica.

Spolli 8 – La sua incornata è provvidenziale e il pareggio immediato consente al Catania di riprendersi subito la partita. In difesa sempre puntuale e preciso.

Legrottaglie 6,5 – Attento in fase difensiva, fa la sua partita senza sbavature e tiene a bada i piccoli e sguscianti attaccanti dell’Atalanta. Provvidenziale in copertura.

Marchese 6 – Qualche piccola disattenzione ma tutto sommato una buona gara. Tiene bene a bada Raimondi, l’uomo più in forma dei nerazzurri.

Lodi 6 – Prova a districarsi nell’affollata linea di centrocampo avversaria, ma non sempre ci riesce. Impreciso su punizione, batte il corner che consente il pareggio di Spolli.

Izco 6 – Ottimo passo ma un po’ impreciso negli appoggi. Comunque un buon rientro da titolare.

Almiron 6 – Esce stremato dopo un’ora di gioco. Probabilmente risente ancora delle fatiche di domenica, dunque risulta a volte un po’ appannato. Biagianti (dal 28’ s.t.) – Gioca venti minuti di buona sostanza.

Barrientos 7,5 – Il gol che mette a segno al minuto 66 è di quelli pesanti. Si propone sempre e tra le linee di difesa e centrocampo avversarie smista parecchi palloni. Decisivo.

Bergessio 7 – Solito lavoro sporco. Sgomita, si muove continuamente, protegge palla. Sfiora il gol nel primo tempo e da il via all’azione del vantaggio con una bella spizzata aerea.

Morimoto (dal 48’ s.t.) s. v.

Gomez 7 – Come sempre molto pericoloso e propositivo. E’ la scheggia impazzita dell’attacco rossoazzurro e impegna Consigli più di una volta.

Castro (dal 34’ st) s. v.

All. Maran 7 – Azzecca i cambi e prepara una gara tatticamente impeccabile.

Paolo Guagliardito

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.