Primo Piano

Caso Gnuri, Figuccia: “difendiamo i cavalli contro il falso progressismo”

(di redazione) Angelo Figuccia presidente del comitato per i diritti dei cittadini: “La vicenda dei cosiddetti gnuri palermitani è ancora una volta una buona occasione per far venire a galla tutta l’incoerenza del progressismo di sinistra.

C’è su tutti il consigliere comunale Giulio Cusumano che senza indugi, come si apprende dalla stessa stampa, difende con fierezza la causa dei cocchieri che guidano le carrozze a trazione animale nella città di Palermo.

Ecco che le battaglie civili, non ultima quella per assicurare i diritti degli animali, vengono presto smentite da un falso conservatorismo che disorienta il povero elettorato di coloro i quali allestono il gay pride, incensano coppie di fatto e osannano l’autodeterminazione in nome della libertà. Quell’ elettorato che ora è aizzato sulle grandi riforme e sull’innovazione di un futuro
socialmente ammodernato, ora deve fare i conti con personalismi retrogradi e tradizionalisti.

Un’incoerenza che sconcerta – dice l’ex consigliere comunale – e che fa ben intendere come e quanto si professino certi valori etici e politici. Voglio ricordare ai signori progressisti che appena qualche anno fa uno di questi poveri e instancabili cavalli, si è accasciato morente in pieno centro proprio a Piazza Verdi nel cuore della città davanti a centinaia di turisti.

Quei docili animali vanno difesi e tutelati con ogni mezzo e aldilà di quanto verrà stabilito nei prossimi giorni da Roma sulla regolamentazione della materia – conclude – non resta che lasciar
riflettere i simpatizzanti del falso riformismo e del falso progressismo”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.