Politica

Carolina Varchi lascia il Pdl per Fratelli d’Italia

Carolina Varchi (foto ufficio stampa)

Con un post nel suo blog Carolina Varchi, Vice Presidente Nazionale di Giovane Italia e avvocato penalista di Palermo, annuncia la decisione di lasciare il Popolo della Libertà e di aderire a Fratelli d’Italia, il movimento politico fondato da Giorgia Meloni e Giudo Crosetto.

“Dal mese di maggio – scrive Varchi – con l’iniziativa #resetpdl denuncio il disastro nel quale versa il partito. Incapace di selezionare classe dirigente, di incidere sull’agenda politica (anche quando al governo), di fare una vera opposizione (come in Sicilia dopo il ribaltone targato Lombardo) e di parlare agli italiani. Alle comunali di Palermo prima e alle regionali siciliane poi, ho toccato con mano la sonora bocciatura che gli elettori di centro destra hanno inflitto al PdL”.

Varchi proprio alle regionali siciliane fu protagonista dell’esclusione dal listino regionale, a pochi minuti dalla presentazione, che destò molto clamore sulla stampa locale e nazionale. In molti sottolinearono come nel Pdl trovassero spazio nei listini bloccati donne come Nicole Minetti e non giovani dirigenti impegnate in politica sul territorio e nelle professioni.

“Credo che il PdL – continua Varchi – non abbia recepito il messaggio degli elettori e lo ha dimostrato proprio nel momento in cui avrebbe potuto rilanciare la partecipazione con le primarie, rendendole una barzelletta. Per questi motivi lascio il PdL e aderisco a Fratelli d’Italia. Quella di Fratelli d’Italia è anche la sfida di una generazione che rivendica il primato della sovranità nazionale come argine ai poteri forti, l’affermazione della giustizia sociale e dei valori comunitari”.

Varchi cita infine il cantautore Guccini, di sinistra ma molto amato anche dai giovani di destra: “Penso che questa mia generazione è preparata a un mondo nuovo e a una speranza appena nata, ad un futuro che ha già in mano”.

Comunicato stampa

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.