Primo Piano

Caputo e Vinciullo (Pdl): ”Una legge regionale per salvare l’ippica siciliana”

Foto internet

I deputati regionali del gruppo Pdl, i Fratelli d’Italia  Salvino Caputo Vincenzo Vinciullo, sono intervenuti in merito alla delicata questione relativa all’ippica siciliana annunciando anche un possibile disegno di legge.“Bisogna necessariamente riportare l’ippica ad un alto livello tramite il pagamento immediato dei premi che lo Stato non onora da sette mesi e l’abbassamento delle percentuali di trattenuta sulle scommesse, per  evitare il tracollo immediato di un settore che dà da vivere a 2500 famiglie nell’Isola. Subito dopo ci sarà bisogno di un intervento legislativo mirato per scorporare la Favorita e il Mediterraneo, ippodromi rispettivamente di Palermo e Siracusa, dalla drammatica situazione della quale soffre l’Ippica nazionale”.

In media, la Sicilia produce il 9% delle scommesse; lo Stato stabilisce premi (quando li paga) pari al 4% dell’intero nazionale

“L’indotto  collegato dell’ippica, peraltro, dà lavoro ad aziende non esclusivamente impegnate nel settore, quali quella dell’abbigliamento, soltanto per fare un esempio– sottolineano Caputo e Vinciullo – Tutte queste aziende, grazie al rapporto biunivoco con l’Ippica che ne incrementa il fatturato, aumentano il proprio gettito fiscale. Dunque, lo Stato avrebbe solo da guadagnare nel trattare il comparto in modo razionale e non come un figlio della scommessa minore”.

“Al più presto sarà presentato un ddl regionale – concludono – che sull’ asse dell’accordo già esistente fra i due ippodromi siciliani, si fa carico di rendere gli stessi ippodromi autonomi dalle sorti delle altre realtà nazionali, che sono comunque da salvaguardare ”.

 

Comunicato stampa

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.