Primo Piano

Palermo, cani adulti cercano casa

Rifugio del cane abbandonato. Foto di Concetta Ventimiglia

Sono tanti i cuccioli al rifugio del cane che vanno via a causa di una malattia o vecchiaia, senza riuscire ad avere una famiglia: Rufina, Greta, Totò, Amico, Betty, ognuno di loro con una storia diversa e tutti, senza escludere nessuno, lasciano il segno.

Molti, proprio come Pecorella arrivata cucciola al rifugio nel 1993, rimangono per anni e le adozioni per loro diventano più difficili perché i cani più anziani non vengono quasi presi in considerazione sebbene ultimamente si sono verificate tre adozioni al nord di cani dell’età di undici e dodici anni.

Al Rifugio del cane abbandonato sono davvero numerosi i cani adulti in cerca di famiglia.

Maia, una femmina simile al pastore tedesco, è stata abbandonata al Rifugio quando aveva appena due mesi, con una frattura ad una zampetta posteriore che è guarita perfettamente. Ha uno sguardo dolcissimo ed è un cane molto tenero e affettuoso che non appena riceve una carezza si adagia in cerca di nuove coccole. Adottabile in tutta Italia, e anche a distanza. Foto

Nico, data presunta di nascita giugno 2004, è stato abbandonato insieme alla sua mamma e alle sue sorelline quando aveva appena due mesi. A differenza, delle sue sorelle che sono piuttosto timide e non amano essere avvicinate, lui è il coccolone della famiglia. Si avvicina volentieri e vuole sempre tante carezze. Adottabile in tutta Italia, anche a distanza. Foto

Basilio, del 2003, un simil barboncino abbandonato al Rifugio con una brutta dermatite che è stata prontamente curata. Ha anche una forma di congiuntivite secca che richiede l’uso di farmaci. Probabilmente dovrà seguire questa terapia a vita. Basilio è castrato, ha un carattere un po’ timido, ma bastano poche coccole per fargli acquistare subito fiducia. Sicuramente è sempre stato un cane da appartamento, urge pertanto trovargli una nuova famiglia che lo faccia sentire sicuro e protetto. E’ abituato a stare con altri cani (femmine, dei maschi ha un po’ paura) , ed è adatto anche a famiglie con bambini, nonostante non sia un cane tanto giocherellone vista l’età. Adottabile in tutta Italia, anche a distanza.

Charlie, 2000, e la sua padrona, entrambi anziani, si facevano compagnia a vicenda. Purtroppo la signora adesso non ce la fa più a occuparsi di Charlie, che quindi è rimasto solo. Basta guardarlo negli occhi per capire quanta tristezza sta provando questo cagnolino. Lui non capisce, si chiede solo cosa ha fatto di male per essere stato strappato alla sua padrona e alla sua casa. Ovviamente Charlie sta vivendo male questo abbandono. A parte i suoi acciacchi dovuti alla vecchiaia adesso è anche depresso e non vuole mangiare. Charlie cerca disperatamente qualcuno che gli faccia vivere il tempo che gli rimane, siano essi mesi o anche anni. Adottabile in tutta Italia, anche a distanza. Video sul Rifugio

Moltissimi altri cani e moltissime altre storie sono presenti sul sito web

Per maggiori informazioni sul rifugio, i cani, le donazioni, il volontariato e tutto quello che avete voglia di chiedere ecco i contatti:  3405512698; rifugiofavorita@libero.it

Concetta Ventimiglia

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.