Economia & Lavoro

Canale di Sicilia: Greenpeace interviene in difesa delle acciughe

Foto internet

Una coppia di ‘volanti’, imbarcazioni che usano reti a strascico semipelagiche per la pesca di sardine e acciughe, è stata intercettata nel Canale di Sicilia dall’equipaggio della nave Arctic Sunrise di Greenpeace. Gli attivisti, a bordo di un gommone, si sono  affiancati alle volanti mettendo bene in mostra due striscioni con scritto“Questa pesca svuota il mare” e “Esperimento pericoloso” mentre un paio si sono tuffati con tanto di boa per fermarli.

Il numero delle acciughe nel Canale di Sicilia è ormai allo stremo: secondo i dati della Commissione Generale della Pesca nel Mediterraneo della FAO, negli ultimi tre anni in media si sono pescate quasi il doppio delle tonnellate possibili; il dato è impietoso:5.160 tonnellate di acciughe a fronte delle solo 2.359 tonnellate sostenibili.

E questo è solo il primo intervento di Greenpeace in Italia; comunque l’Arctic Sunrise sarà in continua navigazione nel Mediterraneo e si farà portavoce di tutte le richieste di chi pesca in modo sostenibile a Bruxelles, dove si lavora per una nuova Politica Comune della Pesca.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.