Primo PianoSport

Campionato italiano di judo per disabili, medaglie a 7 atleti palermitani

Tre medaglie d’oro, due d’argento, due di bronzo. E anche un convocato, per la prima volta, nella nazionale italiana che a maggio parteciperà, a Povoa de Varzim in Portogallo, al primo Campionato europeo di judo per down. Si è conclusa così, con uno straordinario successo, la partecipazione di sette atleti diversamente abili palermitani al sesto Campionato italiano di judo Fisdir (la Federazione italiana per portatori di disabilità).

Le competizioni si sono concluse pochi giorni fa a Cesate (Milano) e i ragazzi, tutti tesserati con la Asd Shiro Saigo, di Palermo, sono rientrati in queste ore in città. Sono: Gaspare Gabriele Alfeo, Alessio Terracchio e Gabriele Zarbo, che hanno conquistato il titolo di Campioni d’Italia aggiudicandosi la medaglia d’oro, rispettivamente, nella categoria 60 kg, +100 kg e 55 kg; Davide Migliore (cat.60 kg), salito sul secondo gradino del podio per la medaglia d’argento. E Giuseppe Caccamo (cat.81 kg), classificatosi terzo e premiato con il bronzo. Inoltre, nella cosiddetta classe promozionale (per la categoria 55 kg) hanno ottenuto il secondo e terzo posto, rispettivamente, Giovanni Scelsi e Francesco Gliubizzi.

A essere inserito nella rosa della Nazionale che dal 22 al 26 maggio parteciperà al primo campionato europeo di judo per down, è il quindicenne Davide Migliore. È la prima volta nella storia dello sport siciliano che un atleta di judo con sindrome di down, rende noto la Asd Shiro Saigo, entra a far parte della rappresentativa italiana per una competizione internazionale.

Quanto alla società per cui gli atleti militano sotto la guida del maestro Rosolino Giglio e del direttore tecnico Giosuè Giglio, la Asd Shiro Saigo ha anch’essa conquistato una medaglia: il secondo posto nella classifica nazionale delle società, dopo lo Judo Club 21 di Torino.

L’eccezionale successo genera entusiasmo negli atleti e nella società, che ha portato “sul tetto d’Italia – commenta – la Sicilia dei diversamente abili e il judo siciliano”. Anche per questo tecnici e atleti tengono a indirizzare “un ringraziamento particolare ai genitori, alle federazioni sportive (Cip Sicilia e Fisdir Sicilia), allo sponsor Banca Nuova e a tutti coloro i quali, in qualunque modo, hanno sostenuto l’attività contribuendo al raggiungimento del trionfo”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.