Sport

Calciomercato senza colpi finali per il Palermo

Il nuovo giocatore del Palermo Giorgi (foto di Simone Giuffrida)

La chiusura del calciomercato fa sorridere parzialmente i tifosi del Palermo. Al Tenente Onorato c’è stata ieri – venerdì 31 agosto 2012 – la presentazione del nuovo acquisto Luigi Giorgi, scambio di prestiti con il Novara dove si è accasato lo svedese naturalizzato Agon Mehmeti, che ha scelto la maglia numero 17: “Mi piacciono i numeri bassi ma erano occupati; non è questione di scaramanzia”.

L’arrivo di Giorgi era già stato previsto all’inizio della campagna acquisti ma a causa di rallentamenti imposti dal Novara il centrocampista marchigiano nato ad Ascoli nel 1987 ha cominciato l’estate fuori rosa per poi giocare qualche amichevole con la squadra piemontese. Ritrova il mister Giuseppe Sannino che ha voluto assicurarsi le sue prestazioni (già convocato per la trasferta a Roma di domenica sera contro la Lazio) dopo averlo avuto l’anno scorso a Siena.

“Giorgi è un centrocampista molto duttile – esordisce il vicepresidente del Palermo Guglielmo Miccichè – “Ha giocato in tutti i ruoli del centrocampo, dall’interno basso all’esterno in un centrocampo a cinque. Darà compattezza alla squadra grazie alla sua esperienza ed alla sua voglia di fare”.

Giorgi ringrazia la società per la stima dimostrata nei suoi confronti e ammette: “Ritrovare persone come Perinetti, Sannino e Brienza è un aspetto fondamentale: l’interesse del Palermo è stato un onore per me e lo vedo come una sorta di ricompensa per quello che ho fatto negli ultimi anni, soprattutto a Siena. Speravo che la trattativa si chiudesse molto prima ma alla fine sono arrivato e sono molto felice di poter lottare per obiettivi più ambiziosi. Non sto benissimo fisicamente – ammette Giorgi- ma sono pronto a dare il mio contributo fin da domenica prossima. Sono a completa disposizione del mister”.

Rivela poi di aver ricevuto una telefonata da Daniele Di Donato, vecchia conoscenza del calcio palermitano, adesso capitano dell’Ascoli, molto contento del suo arrivo in Sicilia.”Siamo molto amici con Daniele; ha addirittura annunciato il mio arrivo in anticipo con una presentazione – se così si può definirla- su Twitter.”

La prima giornata di campionato ha riservato parecchie amarezze nell’ambiente palermitano ma non per questo manca l’ottimismo per il futuro cammino in campionato. “Puntiamo alla coesione del gruppo dal punto di vista umano; fattore che in campo può dare una spinta in più– sostiene Miccichè – Non giocheremo sempre con il Napoli o con gente che lotta per obiettivi più prestigiosi. Il calciomercato è chiuso, Giorgi è stato il nostro ultimo acquisto.”

Già, l’ultimo acquisto. Essendosi ritirata dalla corsa per il terzino Mesbah, la dirigenza del Palermo ha visto allontanarsi altre pedine: il giovane Di Matteo, ceduto al Vicenza e il carismatico leader Giulio Migliaccio in prestito oneroso alla Fiorentina che ha superato in extremis in rosanero aggiudicandosi le prestazioni dell’argentino Cristian Llama, proveniente dal Catania. Sfumati anche Peluso e Ziegler.

Nella giornata di venerdì, invece, è andata di scena una breve conferenza stampa dello sloveno Jasmin Kurtic che, dopo una breve sintesi in ottimo italiano della sua maturazione a Varese in serie B, ha parlato del prossimo impegno del Palermo. “Non so se partirò titolare domenica, la voglia di ogni calciatore è quella di giocare sempre ma questa volontà non può trasformarsi in richiesta. L’importante è reagire a testa alta già contro la Lazio dopo l’amaro esordio con il Napoli-continua l’aitante centrocampista – Sannino è molto bravo, stiamo lavorando molto e bene”.

Lo sloveno conclude con una battuta sul suo connazionale Ilicic, apparso non molto in forma in questo inizio di campionato: “Farà una grande stagione, ne sono sicuro.”

Il seguente allenamento a Boccadifalco, conclusosi con una partitella contro la Primavera, ha visto il tecnico rosa molto concentrato soprattutto sulla compattezza a centrocampo e sugli schemi offensivi. Mister e fotografi hanno prestato maggiore attenzione al nuovo acquisto Luigi Giorgi, in campo con delle vistose scarpette gialle. I fotografi non potevano chiedere di meglio.

[nggallery id=12]

Simone Giuffrida

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.