Sport

Buon pari del Trapani, amara sconfitta per il Milazzo

Il pallone della Lega Pro (foto da Internet)

Un buon pari per il Trapani di Boscaglia che pareggia la gara in casa del Lumezzane, non senza rimpianti. L’ottimo inizio granata è coronato dalla rete di Mancosu (terza rete consecutiva) su assist di Rizzi; dopo il gol il Trapani ha la colpa di non aver chiuso la gara, sciupando alcune occasioni del raddoppio.

La ripresa si apre con un Lumezzane mai domo che al 13° trova il pareggio con l’ex Chievo Mandelli. La squadra di Gianluca Festa si limita a controllare gli attacchi granata senza eccessiva difficoltà, anzi mettendo grande pressione al Trapani con i pericolosi calci da fermo del talento Marcolini (ex Atalanta, e Chievo).

Boscaglia potrà rammaricarsi per il tardivo ingresso di Romeo ma si tratta di un buon punto in casa di una squadra ostica, che sicuramente dirà la sua in questo campionato. Trapani e Lumezzane appaiate con 10 punti insieme a Portogruaro e Sudtirol.

Mercoledì i granata affronteranno il Catanzaro in Coppa Italia (da decidere il campo di gioco) e domenica prossima ci sarà il big match contro il Lecce primo in classifica.

Il tabellino

LUMEZZANE (5-3-2): Vigorito, D’Ambrosio, Possenti, Dadson (55′ Gallo), Dametto, Mandelli, Marcolini, Giorico, Torri (66′ Kirilov), Baraye, Inglese.

In panchina: Coletta, Zamparo, Sabatucci, Sedieri, Galuppini. All. Festa.

TRAPANI (4-3-3): Nordi, Lo Bue, Rizzi, Pagliarulo, D’Aiello, Tedesco (81′ Spinelli), Basso, Caccetta, Abate (88′ Romeo), Madonia (73′ Filippi), Mancosu.

In panchina: Morello, Pirrone, Gambino, Docente. All. Boscaglia.

Reti: 21’Mancosu, 58’Mandelli

Invece la situazione del Milazzo è, come noto, molto difficile ma questa domenica sembra che le beghe societarie non abbiano influito i giocatori mamertini, sebbene sconfitti dalla capolista Savona. Risultato che non rispecchia il reale andamento della gara in cui i siciliani, sorprendentemente in campo con la prima squadra, cedono ai liguri dopo un match molto equilibrato.

Primo tempo che mostra da subito il differente tasso tecnico e la supremazia del Savona che, con uno scatenato Virdis, impegna severamente la retroguardia mamertina. Il Milazzo si difende bene e con ordine tentando qualche sortita offensiva senza creare però nessun brivido.

Nella ripresa il Savona va subito in vantaggio con Virdis (senza dubbio il migliore in campo) che sfrutta una verticalizzazione di Romero e batte Previti. Il Milazzo stenta e il Savona diventa padrone del campo e che al 78°, dopo due tentativi mamertini con Cartone e Dama, trova il raddoppio.

Virdis scarta Previtiche e lo atterra: per l’arbitro è rigore ed espulsione del portiere. Dal dischetto Virdis non sbaglia. Gara chiusa con il Milazzo che non ha più le forze per reagire; nel recupero arriva anche il terzo gol ligure, messo a segno da De Martis. Milazzo penultimo in classifica ma, soprattutto, senza certezze per il futuro

Il tabellino

MILAZZO: Previti; Campanella, Cancelloni, Strumbo, Salustri (33′ s.t. Ricci); Simonetti (10′ s.t. Calcagno), Evola; Mignogna, Lewandowski, D’Amico; Cartone (16′ s.t. Dama).

A disposizione: Santini, Petrucci, Candìa Canete, Gherra. Allenatore: La Spada.

SAVONA: Aresti; Belfiore (23′ s.t. Taino), Marconi, Miale, Carta; De Martis (48′ s.t. Cantatore), Agazzi , Quintavalla, Cattaneo (20′ s.t. Gallon); Romero, Virdis.

A disposizione: Gozzi, Antonelli, Baglione, Rocca. Allenatore: Corda. Arbitro: Morreale di Roma (assistenti: Amato di Castellamare di Stabia e Curatoli di Napoli).

Espulso: Previti al 33′ s.t.

Reti: 2’ s.t. e 35’ s.t. (rig.) Virdis, 47’ s.t. Demartis.

Simone Giuffrida

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.