Cinema-Teatro-MusicaPrimo Piano

“Buon compleanno Puccini”, spettacolo al Teatro Zappalà

Il 22 dicembre ricorre il 155° anniversario della nascita di Giacomo Puccini. Quest’anniversario merita di certo uno spettacolo che intende far rivivere il genio musicale del grande artista vissuto tutta la vita in una smisurata atmosfera romantica che lo tiene ostaggio del fascino femminile, nonostante la sua personalità volubile e ricca di contraddizioni.

Lo spettacolo scritto da Michele De Luca che ne cura anche la direzione musicale, vede la regia del M° Franco Zappalà. Anche in quest’occasione i due Maestri, mostrano con forza il loro sodalizio artistico d’eccellenza che riesce a suscitare in ogni spettatore un naturale trasporto ed entusiasmo anche rispetto al fascino del melodramma.

La prima dello spettacolo andrà in scena Sabato 21 dicembre alle ore 21,30 e vedrà quattro repliche: domenica 22 dicembre alle ore 18,30, giovedì 26 dicembre alle ore 18,00, sabato 28 dicembre alle ore 17,30 e domenica 29 dicembre alle ore 18,30.

Nel cast troviamo Franco Zappalà, protagonista nel ruolo di Giacomo Puccini. Sarà accompagnato dalle ormai note voci liriche del Teatro Franco Zappalà che intoneranno le arie più celebri delle opere pucciniane quali i soprani Anita Venturi e Elisabetta Giammanco, il tenore Alberto Profeta e il baritono Cosimo Diano oltre gli attori che in scena interpreteranno gli uomini e le donne che hanno vissuto con Puccini la sua esistenza come Lucrezia Scilla, Salvo Dolce, Toti Sutera, Paolo Tutone, Grazia Zappalà, Angelo La Franca e Giuseppe Minnella.

Le scenografie sono di Giovanni Vallone, gli allestimenti scenici di Giampiero Corrao e Abukoush Jalal Mousa Mohammad,i costumi di Domenica Alaimo, Audio e Luci di Piero e Mirko Lo Iacono Giacomo Puccini è tra i compositori più amati e rappresentati in tutto il mondo. Già in vita, infatti, ebbe modo di godere di successi e di gloria.

Le sue doti furono soprattutto drammatiche. La sua intensa e consistente vena teatrale, la ricerca minuziosa nella scelta del soggetto e nello sviluppo dei suoi libretti costituisce l’essenza delle sue opere immortali che ci regalano un teatro ancora modernissimo, grande anticipatore della sensibilità cinematografica. Raramente le passioni sono declamate, al contrario è sua abitudine circondare le figure di un clima musicale diverso per ciascun soggetto trattato. Puccini rappresenta, come pochi altri, la tradizione operistica italiana al suo livello più alto e offre nelle sue opere con modernità temi diversi tra loro, ma sempre ricchi di avventura e realismo.

La storia di “Buon compleanno Puccini” ha inizio nel 1883 a Milano con Puccini venticinquenne che presenta il suo primo lavoro teatrale “Le Villi” e si conclude attraverso un arco temporale e musicale con la sua morte soggiunta mentre era intento alla stesura di “Turandot”.

Nello spettacolo, oltre la moglie Elvira e la giovane amante Cristina, troviamo le figure di Giulio Ricordi, Arrigo Boito e di tutti coloro, amici e ammiratori, che con i loro sforzi hanno contribuito all’ascesa del grande genio. Il mondo di Puccini è racchiuso in pochi personaggi chiave, veicoli di emozioni e ideologie. Essi sono caratterizzati da tinte forti e non si può rimanere indifferenti alle loro personalità, sia nel bene sia nel male.

Per questo in “Buon compleanno Puccini”, si sono scelti alcuni piccoli frammenti musicali, tratti fondamentali delle opere del Maestro, creando un “concentrato di parole e musica” che rivela la sua essenza interagendo con i “racconti” della sua esistenza.

Dopo l’inizio, con la musica dell’opera citata che segna il debutto di Puccini, seguono gli estratti delle opere che maggiormente hanno contraddistinto il profilo della vita e dell’arte dell’autore: “Manon Lescaut”, “La Bohème”, “Tosca”, “Madame Butterfly” e “Turandot”; con questo percorso di musica ed emozioni si ricordano, si percorrono e si gustano le continue metamorfosi e la maturazione stilistico – musicale del grande compositore.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.