Sport

Brasile. Guardiola pronto per la Selecao; il suo agente nega

Josep Guardiola (foto internet)

L’esonero di Roberto Di Matteo, sollevato dalla panchina del Chelsea, aveva fatto ben sperare i tifosi inglesi convinti che, dopo il traghettatore Rafa Benitez, il magnate Roman Abramovich avrebbe cominciato il prossimo campionato con Pep Guardiola in panca.

Ma forse non sarà così. Secondo il quotidiano brasiliano Lance, Guardiola avrebbe dato la sua disponibilità a guidare il Brasile nei mondiali casalinghi del 2014 e sarebbe pronto a partire oggi stesso per il Sud America, sebbene il dirigente federale Andrè Sanchez avesse più volte dichiarato: “Il successore di Menezes non sarà un allenatore straniero”.

La clamorosa notizia è firmata dal fondatore ed editore di Lance Walter de Mattos Junior il quale, mentre stava seguendo le vicende legate all’esonero di Menezes, ha telefonato a un amico catalano per dire scherzosamente che “il sogno di vedere Guardiola sulla panchina della Seleçao avrebbe potuto realizzarsi”.

Il contatto catalano ha poco dopo riferito a Mattos che proprio l’ex tecnico blaugrana sarebbe entusiasta all’idea di guidare la Seleçao, unico incarico che accetterebbe subito e per il quale interromperebbe il ritiro sabbatico a New York. L’agente di Guardiola, Josep Maria Orobitg, smentisce in maniera netta ma nel calcio, si sa, piace sognare.

La realtà sembra un’altra per quanto riguarda i candidati al timone dei pentacampeones brasiliani. Tre nomi su tutti: Ramalho, ora alla guida del Santos e Adenor L. Bacchi, detto il “Tite”, attuale allenatore del Corinthias e legato ad un contratto. Ma la candidatura più sentita, ad esclusione di Guardiola, è quella di Felipe Scolari, libero, che con i verdeoro ha vinto il Mondiale del 2002 in Corea e Giappone. Che l’asta abbia inizio.

Simone Giuffrida

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.