PoliticaPrimo Piano

Borghezio: “Vendiamo Sicilia e Campania per risanare deficit”

Dunque: se proprio alcune carissime personalità del mondo politico del calibro (è proprio il caso di dirlo) di Giuliano Ferrara e Mario Borghezio hanno deciso di offendere gratuitamente la Sicilia, ci stanno riuscendo appieno. Ma ora cominciamo ad averne un po’ le scatole piene.

Prima il direttore de “Il Foglio” ha apostrofato la nostra Isola come maledetta durante il programma condotto da Enrico “Chicco” Mentana su La 7 sula vita di Andreotti; ora ci si mette l’esponente della Lega Nord, colui è da sempre un grande estimatore del sud Italia, che ha semplicemente dichiarato che per ridurre il deficit farebbe così: «Fossi al posto del capo del Governo venderei la Sicilia agli Usa o a qualche pool di miliardari russi o americani.

E se per esempio, come sembrava che si potesse fare nell’immediato dopoguerra, gli Stati Uniti volessero aggiungere una stellina alla loro bandiera, allora molto volentieri la Sicilia, ma prima ancora la Campania, perché siamo di fronte a zone completamente improduttive. Sarebbe un po’ alleggerita quella palla al piede che finché siamo tutti insieme appesantisce il nord».

Forse ci è sfuggito qualcosa: sbagliamo o ha praticamente detto che vendendo la Sicilia e la Campania l’Italia sarebbe un Paese a posto con un deficit irrisorio? Ah sì, è così. E perché? Sono zone improduttive? Ehm, vogliamo fare qualche esempio di “improduttività” di queste splendide località? Siamo qui apposta. Ne citiamo solo alcuni: vogliamo ricordare le arance rosse di Sicilia? Hanno un “certo” marchio IGP (Indicazione Geografica Protetta), un orgoglio per noie la nostra penisola. La Campania? La prima cosa che ci viene in mente è la costiera amalfitana, Capri, Sorrento, la VERA musica napoletana, il Vesuvio (bhe dai, hai detto niente, no?).

Qualcosa in comune di queste regioni invece? Il cibo. Delizie culinarie conosciute in tutta Europa e nel mondo. Ma cosa vuoi che sia, inezie no?

Ahi ahi, a posto siamo. Una cosa è vera: i problemi esistono, le persone buone e cattive esistono, ma questo è ovunque. Quindi, caro (si fa sempre per dire) Borghezio, anziché sparare fango e ca…volate, cerca di pensare a soluzioni reali che possano risollevare le sorti del nostro Paese. Tante grazie.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

5 commenti

  1. Uno che si ritrova con una faccia di minchia come la sua puo’sparare tute le cazzate che vuole.Caro borghezio,aspetta il primo camion della spazzatura che passa sotto casa tua e ti ci tuffi dentro dato che quello e’l’unico posto dove puoi stare ,tu e tutti i pezzi di merda come te,,E PER FINIRE AUGURATI DI NON PASSARE MAI DALLE NOSTRE PARTI,NON PENSO CHE TI POSSA FARE PIACERE.

  2. Vogliamo parlare delle risorse presenti in Sicilia quali il petrolio? Io sarei disposto a staccarmi dall’Italia, ma vorrei essere risarcito del saccheggio che è avvenuto sino ad oggi in Sicilia

  3. vista la mole di questi 2 ”signori”(?) si potrebbe pensare al lardo che potrebbero fornire,ma poi ci si chiede se quel lardo è adatto o piuttosto risulterebbe anche rancido come loro.Al di là delle battute che le assurdità di questi 2 individui possono provocare,il problema risiede nella incontestabile verità di una unità d’Italia che non è mai esistita.Un esempio è quello che viene fuori dalla indignazione che si ha nei confronti di Balotelli e si ignora in toto quei cori blasfemi e razzisti nei confronti dei meridionali soprattutto nello stadio della juve.

  4. Scusa caro Borghezio, ma hai mai pensato se a te ti potrebbe comprare qualcuno?
    Secondo me andresti bene nella indifferenziata conferendole un ulteriore olezzo questa volta di merda.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.