PoliticaPrimo Piano

Bersani: “Con Monti nessuna ostilità”

Bersani e Monti, foto internet

“Con Monti c’è stato un colloquio cordialissimo”. Così Pierluigi Bersani  smentisce le indiscrezioni di ieri dopo il suo incontro col Presidente del Consiglio Mario Monti.

Da quasi due settimane si cominciano a delineare i  primi scenari politici. Ieri Silvio Berlusconi ha ribadito la sua volontà di candidarsi a Palazzo Chigi. Un’intenzione  che potrebbe essere ritirata se “Monti accetta di essere il federatore dei moderati”. Ancora il Professore non ha annunciato quale sarà il suo futuro, ma fra i partiti si discute sulla sua candidatura.

Dopo l’appoggio di Udc, Fli e Italia Futura, dal Pd sono arrivati inviti a non scendere nella mischia. Il primo è arrivato da Massimo D’Alema, anche se ha dichiarato che l’agenda del governo è irrinunciabile. Oggi il segretario Bersani stempera  i veri o presunti veleni fra Pd e Mario Monti. “Ci siamo fatti gli auguri-conclude- e continueremo a farceli”.

In casa democratica comunque si guarda alle elezioni, tanto che per il 29 e 30 dicembre si terranno le primarie per i posti in Parlamento.  Fra i contendenti: Rosy Bindi, Anna Finocchiaro Giuseppe Fioroni, Maria Pia Garavaglia, Franco Marini, Gianclaudio Bressa, Cesare Marini, il senatore Giuseppe Lumia, Giorgio Merlo e Maurizio Agostini. Dalla segreteria fanno sapere che solo il 10% dei candidati sarà nel listino bloccato. Non vedremo in lista Livia Turco, Arturo Parisi e lo stesso D’Alema.

Intanto fra i contrari all’avanzata montiana c’è la Lega Nord, che tramite il sindaco di Verona Flavio Tosi nega il suo consenso. “Se Monti dovesse scendere in campo con l’appoggio del Pdl e di Berlusconi per noi la partita è chiusa”, dice. “Per noi – spiega – così come non è sostenibile la candidatura di Berlusconi, altrettanto non è sostenibile la candidatura di Mario Monti”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.