Moda-Società-GossipPrimo Piano

Belen per Jadea, uno spot che scandalizza le mamme milanesi

Belen, spot Jadea. Foto Internet

Non è piaciuto affatto il nuovo cartellone pubblicitario che vede come unica protagonista Belen Rodriguez. La showgirl, incinta da 4 mesi e futura sposa del giovane ballerino di Amici, continua a far parlare di se.

Era poco credibile che l’argentina sparisse dai riflettori durante l’arco temporale della maternità. E perchè farlo? Le curve super sexy e il pancione riescono a renderla ancora più piacente agli uomini. Ma non alle donne italiane, soprattutto alle milanesi, che hanno immediatamente denunciato la presenza del poster all’incrocio tra Corso Buonos Aires e via Redihanno.

Una gigantografia pubblicitaria della Jadea che ritrae la Rodriguez in intimo. La sua farfallina in evidenza è accompagnata da una posa definita “molto diseducativa nei confronti dei bambini“. Le mamme milanesi hanno segnalato al comitato di quartiere non solo l’inadeguatezza dell’immagine in periodo natalizio, ma anche la pericolosità per gli automobilisti.

Da giorni le mamme del quartiere ci segnalano il fastidio nel dover passare di fronte al poster mentre accompagnano a casa i figli – ha dichiarato Paolo Uguccioni, presidente del comitato di quartiere – e fanno giustamente presente il potenziale rischio per la sicurezza della circolazione causato dal poster, che distrae gli automobilisti in un incrocio già di per sé abbastanza pericoloso”.

Ma le mammine italiane saranno davvero preoccupate per i loro figlioli o è tutto merito della gelosia?

Federica Raccuglia

Tags
Moltra altro

Federica Raccuglia

Ho 22 anni, sono fieramente palermitana, attualmente in terra romana. Sono laureata in "Giornalismo per uffici stampa" e attualmente frequento il corso magistrale in "Editoria e comunicazione" presso Tor Vergata (Roma). Collaboro dal 2010 con quotidiani sia online che cartacei, tra cui il Giornale di Sicilia e Il Moderatore.it. Sogno di diventare una giornalista.

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.