PoliticaPrimo Pianoterritorio

Base gas Eni a Gela. Mancuso: “Impegni rispettati, adesso la palla passa a Roma”

Michele Mancuso

(di redazione) A seguito del tavolo tecnico di ieri a Palazzo di città, circa la vertenza sul nodo dei lavori della base gas di Eni a Gela, un punto è stato chiaro e condiviso: occorre il parere della soprintendenza regionale del mare.

Alla presenza del Sindaco, Lucio Greco, delle sigle sindacali, di Eni, di Sicindustria Caltanissetta e la deputazione siciliana, l’on. Michele Mancuso, coordinatore di Forza Italia, per la provincia di Caltanissetta ha garantito un buon esito grazie alla sua incessante interlocuzione con i vertici amministrativi di competenza. Tali garanzie dopo poche ore si sono trasformate in realtà, in quanto l’agognato parere è arrivato.

“Non vi erano dubbi sulla efficienza del Dirigente generale del Dipartimento dei beni culturali e delle identità siciliane, Sergio Alessandro, commenta il Deputato Nisseno all’ Ars. Non avevo dubbi inoltre sul buonsenso del Sovrintendente del mare. Come nel 2015, anche adesso è stato autorizzato il visto, il quale conferma in toto il provvedimento precedente, maturato quando il compianto Sebastiano Tusa era soprintendente. Con tempestività infine si è già provveduto a mandare il tutto al Ministero, per il passaggio di competenza.

Questa è la politica del fare, conclude Mancuso, non delle chiacchiere. Il nostro impegno profuso ha un unico scopo: tutelare il territorio e la sua gente. Gli impegni presi dalla politica regionale sono stati rispettati. Adesso la palla passa a Roma”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.