Eventi

Bancari. La FABI riscalda i motori per il rinnovo contrattuale, niente sconti per nessuno

La FABI si prepara per il futuro, con le sue donne di valore, gli uomini di fede, e i giovani.

La 3 giorni appena celebratasi dal 3 dicembre al 5 dicembre al Crowne Plaza  Linate di San Donato Milanese,  dedicata ai 70 anni del sindacato maggiormente rappresentativo in Italia dei bancari, costituiscono un punto di sintesi dell’attività sindacale, ma anche un punto di ripartenza per una maggiore rappresentatività decisionale non solo nel settore bancario, dove si sta lavorando sulla nuova piattaforma rivendicativa nella quale la FABI rappresenta la stella polare che traccia la via maestra, ma anche nell’ottica di una inedita confederalità, che possa porre la FABI nelle condizioni di potere decidere e dare il giusto indirizzo lì dove sono solo presenti le sigle confederali e la FABI invece non presente.

La confederalità rappresenta un valore aggiunto, i tempi sono maturi per il grande salto.

I presupposti ci sono tutti, un grande leader come il Segretario Generale Lando Maria Sileoni, comunicatore carismatico, impressionante è la sua chiarezza espositiva mista ad un coraggio senza timori reverenziali nei confronti dei poteri forti , sta creando tutte le condizioni necessarie e con lui una platea di dirigenti sindacali forti del loro senso di appartenenza.

I 3 giorni celebrativi della FABI , con tanti autorevoli ospiti del mondo della finanza e dell’economia, più di 2.000 partecipanti ed una comunicazione stellare senza eguali, fortemente voluta da Sileoni, pone al centro la FABI anche dell’imminente rinnovo contrattuale dei bancari, sia per ABI che per la galassia delle BCC.

Quattro sono i punti sui quali si discuterà per il rinnovo contrattuale dei colleghi, di concerto con le altre organizzazioni sindacali: rafforzamento dell’area contrattuale, tutela dell’occupazione, una cabina di regia per gestire la digitalizzazione, significativi aumenti retributivi. Sullo sfondo, l’inasprimento tributario a carico del settore bancario, inserito nella legge di bilancio all’esame del Parlamento

Qui, si giocherà una partita importante!

Il Segretario Generale della FABI Lando Maria Sileoni, preannuncia una nuova iniziativa nazionale itinerante, in occasione del rinnovo nazionale dei bancari Italiani, “Contratto On The Road”, il tour del Sindacato FABI  fra i lavoratori in tutte le province della nazione a partire dalla fine del mese di gennaio 2018, iniziativa che ha come obiettivo precipuo di far conoscere le iniziative a tutela dell’impianto contrattuale di una vertenza che si preannuncia articolata.

Il futuro dei bancari italiani è in buone mani, la caccia alle streghe finirà, perchè comunicare è sapere, l’opinione pubblica finalmente sta acquisendo la consapevolezza che esser bancari è ben cosa diversa che esser banchieri, pertanto della mala gestione del management i lavoratori non ne hanno colpa, anzi sono state le vittime sacrificali negli ultimi rinnovi contrattuali con una cura dimagrante senza precedenti.

I tempi sono maturi per un recupero salariale reale, e per l’arricchimento dell’impianto contrattuale al passo con i tempi, via maestra per un innovativo contratto di categoria e per un rilancio occupazionale della categoria.

Tags
Moltra altro

Filippo Virzì

Giornalista radio/televisivo freelance, esperto in comunicazione integrata multimediale.

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.