Primo PianoTelevisione

Ballarò, Video Copertina Crozza: “Uveite? Non la conosceva nemmeno Luciano Onder”

Maurizio Crozza

Consueto appuntamento con la copertina di Maurizio Crozza nella puntata di Ballarò del 12 marzo 2013. Il tema della puntata è la situazione politica in Italia a due settimane dal voto, un’ Italia in piena crisi economica, declassata dalla Fitch, l’agenzia americana di valutazione del credito.

Il comico genovese apre la puntata rendendo omaggio ad un uomo che ha aiutato il paese a diventare più colto… l’avvocato Ghedini. «Uveite? Non la conosceva nemmeno Luciano Onder! Quante espressioni nuove ci ha insegnato in vita sua Ghedini: l’utilizzatore finale, legittimo impedimento, nipote di Mubarak. Uveite? Ma dove l’ha trovata uveite, leggendo Harry Potter? Giocando a scarabeo? Sull’enciclopedia medica? Uveite è quella scusa che nei tribunal si usa se non hai più armi in cagna lei ti toglie la condanna! »

Crozza comunque spiega come a Ghedini sia venuta l’idea dell’uveite a Berlusconi: «È stato un suo fan che durante un comizio gli ha infilato un dito in un occhio. Ed era un suo fan! Pensa a quelli a cui non sta simpatico».

In merito ad Alfano, Cicchitto e Gasparri che si sono presentati al Quirinale per lamentarsi dei processi a Berlusconi, il comico dice che «Napolitano quando ha visto arrivare Alfano, Cicchitto e Gasparri ha telefonato in India e ha preposto uno scambio con i due marò».

Parlando della marcia dei militanti del Pdl contri i giudici Crozza aggiunge: «Sembrava la scena finale del Caimano. Moretti aveva previsto sia la fine del caimano che la fuga del papa. Ma cos’è Moretti, un regista o il Polpo Paul?»

Non poteva mancare il riferimento al conclave. Il comico ironizza sulla possibilità di avere un papa ‘brasileiro’: «Ma te lo immagini un Papa brasiliano? O meu amigo Pedro!»

E conclude: «Il più favorito di tutti è il cardinale Scola. Pare abbia già 50 voti assicurati. Per convicere anche gli altri cardinali ha presentato un programma di 8 punti: dimezzamento dei cardinali, abolizione delle diocesi, campanili fotovoltaici, un milioni di chierichetti, restituzione della questua, abolizione dell’imu… ah no, quella l’hanno già abolita»

Ospiti in studio della trasmissione di Giovanni Floris sono: Paola De Micheli del PD, Stefania Prestigiacomo del PdL, il politologo americano Edward Luttwak, il presidente di NEC Italia Ugo Govigli, il presidente della Fondazione culturale Responsabilità Etica Andrea Baranes, il vicedirettore del “Corriere della sera” Pierluigi Battista, il direttore de “Il Post.it” Luca Sofri e il presidente della Ipsos Nando Pagnoncelli.

Celeste Bufalino

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.