Primo PianoSport

Ballardini: “Difficile la Juve. Ho una squadra forte, composta da tanti giovani”

20151121_121918

Ballardini è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida in casa contro la Juventus. Il tecnico ravennate sette anni fa col Palermo batté i bianconeri a Torino, entrando di diritto nella storia del club rosa. Adesso l’obiettivo è vincere contro i bianconeri tra le mura amiche “Speriamo di riuscire nell’impresa” ha esordito Ballardini.  Come si ferma la Juve? “Non è facile fermare la Juventus, quando sono al top i bianconeri sono imbattibili. Hanno un’ampia rosa formata da giocatori di grande qualità. Il Palermo deve fare la sua partita, dovremo essere bravi a fare bene entrambe le fasi di gioco. Penso di avere una squadra composta da giocatori forti”. Dybala? “E’ bravo e ti dà tante soluzioni in fase di gioco. I grandi giocatori come lui si fermano solo limitando lo spazio. Dispiace non averlo avuto. Giocatori talentuosi come lui,  ti fanno amare il calcio. Poi  è un ragazzo con la faccia pulita. Un giocatore da Juve, i bianconeri nella loro rosa vantano altri giocatori che dal punto di vista umano assomigliano a Dybala. Abbiamo una squadra di giocatori giovani, ma capaci” continua il tecnico rosa “Ci sta un andamento altalenante, ma possiamo competere con tutti. Diversamente dalla partita di Roma, domani vorrei vedere più movimento senza palla, in particolare sulle fasce e anche maggiore profondità degli attaccanti”.  Rigoni fuori contro la Lazio? “Non aveva recuperato pienamente dall’infortunio. Se sta bene, è difficile da tenere fuori” Brugman esterno d’attacco o regista? “Brugman in avanti mi da più quantità e qualità. Morganella? Contro l’Alessandria potrebbe essere a disposizione”. La partita di Roma ha visto i rosa andare alla conclusione in porta più volte. Una svolta? Il tecnico ravvenate la pensa diversamente: “Non credo si possa parlare di svolta, ogni allenatore porta le sue idee e poi la squadra deve essere brava a portarle in campo. Nel nostro caso, quando siamo arrivati insieme al mio staff ci siamo presentati e abbiamo cominciato a trasmettere la nostra idea di calcio. Fortunatamente tutta la squadra sembra seguirci”.

Tifosi un’arma in più per domani? “I tifosi sono fondamentali, mi ricordo quando venni al Barbera col Genoa e il calore che c’era. Avere tanta gente che ti sostiene non può che far bene alla squadra. Anche se so che in Sicilia ci sono parecchi tifosi della Juve” conclude scherzando Ballardini.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.