Moda-Società-Gossip

Baldini si sfoga sui social:” nel mondo dello spettacolo mi hanno voltato le spalle”

Marco Baldini si sfoga sui social network. Il conduttore radiofonico tempo fa aveva lasciato il programma con il collega Fiorello.

“Non avevo scelta-afferma Baldini-non devo e non posso andare a fare il programma… metterei a rischio le persone”. Baldini secondo il suo racconto, vive braccato per i debiti, riceve 150 telefonate al giorno ed è sfinito.“Non sono banditi, sono persone esasperate che rivogliono i soldi Potrebbero arrivare a fare una piazzata tremenda. Fuoriprogramma non si registra in uno studio, ma in un bar in mezzo alla strada. Troppo pericoloso”, spiega Baldini.

Ora vive in una camera di un amico e lavora due ore al giorno, ma soprattutto non riesce a trovare una soluzione per la sua situazione. “Con la paura ci si abitua a vivere. Io sono solo sfinito. Quando mi sveglio cominciano le telefonate. E so che sarà così fino alla notte… Ho 55 anni, il mio fisico non regge.”, dice disperato Baldini. Vicino ha ancora qualche amico e la ex moglie: “Mi sono separato per non rovinarle la vita”. Ha un solo rimpianto: “Nel 1991 avevo 40 milioni di lire di debiti. Un amico di Cecchetto me li ha prestati. Metà li ho usati per i debiti, metà li ho giocati. Da lì è nata tutta la tragedia… l’errore più grande della mia vita”, conclude il conduttore.

Su Facebook adesso parla di “consapevolezza”, di una consapevolezza che lo porta ad addossarsi tutte le colpe sulla perdita del lavoro, della moglie e degli “amici” che nel mondo dello spettacolo gli hanno voltato le spalle.

“Ho sicuramente tutti i difetti del mondo – continua – ho commesso azioni scellerate al limite della follia, ho sprecato tutto il talento che avevo, ho fatto anche tanto altro che non posso raccontare, ma una cosa non ho mai fatto: non mi sono mai nascosto. Questo mi ha penalizzato perché nel mondo dorato dello Showbiz essere sincero non è permesso se ciò non combacia con l’immagine che devi dare. Molte persone che fanno parte di questo mondo e che fanno fatica a salutarmi o meglio ancora, non mi considerano più mi hanno fatto un favore perché almeno non sono più costretto a frequentarle. Così come non dovrò più frequentare quei falsoni che mi hanno promesso mari e monti e poi non erano neppure una pozzanghera o un dosso”.

Il conduttore al limite dell’esasperazione continua:”Perché ho scritto tutto questo?Bella domanda. Forse per onor del vero, forse perché i social per me funzionano come il lettino dell’analista, forse perché un personaggio pubblico deve essere pubblico davvero, forse perché sono stanco davvero e voglio sparire. O forse perché sono un povero pirla e non cambierò mai. Però ne sono consapevole”.

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.