Primo Piano

AVO Sicilia e SINALP Sicilia per una nuova cultura del lavoro e contro la Disabilità come limite all’inclusione sociale

Sinalp Sicilia ed AVO Sicilia incontro con On. Roberta Schillaci

(di redazione) Avo Sicilia ed il Sinalp Sicilia hanno incontrato l’On. Roberta Schillaci con la quale hanno approfondito le difficoltà di integrazione sociale denunciate dalle famiglie dei disabili nella scuola.

Tale argomento era stato già affrontato pochi giorni prima nella V Commissione del Parlamento Siciliano dove il Sinalp e l’Avo hanno esposto le difficoltà denunciate dai lavoratori e dalle famiglie dei disabili.

L’incontro con l’On. Roberta Schillaci, componente della V Commissione parlamentare ha permesso alle delegazioni Avo e Sinalp composte da Cetty Moscatt Presidente di Avo Sicilia, Andrea Monteleone Segretario Regionale Sinalp Sicilia e Stefania Virga legale del Sinalp e Presidente Proibiti di Avo Sicilia, di poter approfondire gli argomenti trattati in Commissione evidenziando I punti deboli del sistema di erogazione del servizio che ad oggi vede impegnati la Regione Siciliana come Ente Erogatore dei finanziamenti, le ex Province Regionali come enti gestori dei fondi erogati e le cooperative accreditate che erogano il servizio ai disabili attraverso i propri assistenti all’igiene personale degli alunni disabili, come le aziende esecutrici del servizio.

Il comparto in questi ultimi anni ha subito una evoluzione dell’erogazione del servizio che nei fatti non ha
reso quelle migliorie sperate con le varie modifiche immesse nel sistema.

In poco tempo si è passati da un sistema di bandi provinciali per l’aggiudicazione del servizio, alla
suddivisione delle stesse ex provincie in più macroaree appaltate con bandi mirati esclusivamente a
quel territorio, per poi finire all’attuale sistema del l’accredito delle cooperative e consequenziale rilascio
del voucher alle famiglie dei disabili per usufruire del servizio necessario all’inclusione dei disabili nella
nostra società.

Questi cambiamenti hanno, purtroppo, alla prova dei fatti creato disservizi e mancata erogazione del
servizio denunciati dalle famiglie e altrettanta disoccupazione tra gli addetti al lavoro.

L’On. Roberta Schillaci, preso atto di quanto denunciato da avo Sicilia e dal Sinalp Sicilia, ha dichiarato
la propria piena disponibilità a lavorare per superare questo sistema che non ha dato I risultati sperati
ma ha aggravato ancora di più la crisi del settore sia in termini di erogazione del servizio che in termini
occupazionali.

L’Associazione Volontari Ospedalieri ed il sindacato Sinalp Sicilia si sono impegnate a lavorare su un
progetto di riforma da condividere con l’On. Schillaci affinché diventi un progetto di riforma del settore.

Durante il tavolo tecnico tra AVO Sicilia, Sinalp Sicilia, l’On. Roberta Schillaci ed il legale del gruppo
parlamentare M5S si sono elaborate diverse soluzioni tra le quali hanno ottenuto una maggior
condivisione l’ipotesi di una riforma similare al sistema dell’erogazione del medico di base ad i cittadini
ed una riforma del sistema di erogazione del servizio gestito direttamente dalle ex Provincie.

In ambedue le ipotesi si è evidenziata l’esigenza, essenziale ed obbligatoria da parte del Sinalp, di
creare un elenco unico degli operatori del settore su base provinciale a tutela della professionalità di chi
da anni svolge questo delicatissimo servizio a favore dei disabili e per una loro vera integrazione sociale.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.