Primo Piano

Attenzione ai primi posti su Google: la truffa sta dietro la cornetta

Vi segnaliamo un nuovo sistema per truffare le imprese al telefono. “Buongiorno parlo con il titolare. Volevamo conferma della sua ragione sociale per piazzare la sua azienda nei primi posti nel motore di ricerca Google”. La conversazione si esplicita con grazia e cortesia.

L’imprenditore preso alla sprovvista e allettato da questa gentile offerta conferma la ragione sociale della propria società per usufruire di un buon servizio che permette di migliorare il posizionamento del proprio sito nel famoso motore di ricerca.

Conclusa la telefonata, però, dovete sapere che la conversazione, essendo stata registrata, si trasforma automaticamente e magicamente in contratto, dando quindi consenso alla pubblicazione della vostra ragione sociale.

A questo punto vi vedrete giungere nella vostra mail una fattura di 290 euro per la prestazione del servizio da parte di questa fantomatica azienda, che tra l’altro non si presenta nemmeno dato che parla solo di Google.

Diffidate quindi delle telefonate di questo tipo onde evitare di dover subire una perdita di tempo e di vedervi recapitare una fattura che non vi appartiene per un servizio mai richiesto, messo in piedi con una facile truffa da misteriose società.

Questo chiamata è arrivata oggi alla Panastudio, azienda editoriale di Palermo, che “non tanto gentilmente” ha declinato l’offerta.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.