Primo Piano

Asus Padfone 2: un incrocio tra smartphone e tablet

Asus Padfone 2, foto internet

Da qualche giorno ha fatto il suo debutto nel mercato italiano un prodotto particolarmente interessante. Si tratta di un prodotto ibrido, uno smartphone e un tablet, in un unico prodotto: l’ Asus Padfone 2.

L’idea è la stessa del predecessore, il meno fortunato Asus Padfone: lo smartphone, molto bello esteticamente, è il cuore del sistema e può essere liberamente portato con sé, in tasca o in borsa. Il tablet è, di fatto, una carcassa vuota che può “prendere vita” solo quando viene inserito al suo interno il telefono.

L’idea che ha proposta Asus in questi due anni risulta molto originale, anche se gli utenti sono ancora restii al concetto di modularità. Di per sé lo smartphone è tra i più potenti nel mercato odierno. Gli amanti dei GigaHertz rimarrano sorpresi dalla potenza del processore Quad-Core Snapdragon (lo stesso del galaxy s3) che garantirà fluidità e prestazioni ad alto livello. La vera sorpresa però è la fotocamera con sensori Sony, con risoluzione a 13 megapixel. Finora nessun produttore si è spinto così in avanti nella qualità di una fotocamera. Gli esperti dicono che si tratti della migliore mai vista su uno smartphone. Completano l’hardware una memoria interna da 16GB e una memoria volatile (Ram) di 2GB.

L’incremento della qualità è indispensabile perché la fluidità venga mantenuta anche quando il telefono si trasforma in un tablet. Infatti, lo schermo ingigantito fino a 10 pollici richiede maggiori risorse che solo un hardware sofisticato può fornire. Il tablet ha internamente una batteria maggiorata che garantirà un uso prolungato durante la giornata. Per quello che riguarda il software, anche Asus Padfone monta una versione aggiornata di Android Jelly Bean .

Padfone 2, con la sua station, è venduto a un prezzo di listino di 799€, oppure nella versione “solo smartphone” a 599€. Gli utenti si chiedono se sia conveniente spendere 200€ in più per avere un prodotto che può essere attivato solo in presenza dell’altro oppure acquistare solo il Padfone e, eventualmente, associare un tablet di ultima generazione che può funzionare indipendentemente dall’altro.

Francesco Arpa

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

  1. Ci sono due erreori l s3 non ha lo snapdragon ma bensi l exynos quad di samsung e l os di uscita del padfone 2 è ice cream sandwich e non jelly bean……

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.