PoliticaPrimo Piano

Assestamento di bilancio, Nuti (M5S): “Si sono spartiti la torta”

Riccardo Nuti (foto internet)

Dopo la vivida soddisfazione espressa da tutte le componenti, di maggioranza e opposizione, del Consiglio comunale di Palermo, arrivano le prime pesanti critiche del Movimento 5 Stelle sull’approvazione, avvenuta ieri, dell’assestamento di bilancio.

Riccardo Nuti, portavoce del M5S Palermo,  commentando questa approvazione, non usa mezzi termini.  “In una città come Palermo – ha detto –  con questi consiglieri comunali e con questi partiti, quando maggioranza e opposizione sono entrambe soddisfatte dell’assestamento di bilancio vuol dire che si sono spartite la torta”.

A essere oggetto delle reprimende del M5S Palermo,  sono delle voci contenute del documento e ritenute “assurde”. “Ingiustificabile che la spesa più grossa, in una città in serie difficoltà su tanti aspetti, sia quella per l’ Ufficio di Presidenza, ben 340 mila di euro – ha ribadito Nuti – Paradossale anche che i 100 mila euro destinati ai teatri privati per gli spettacoli di Natale non verranno gestiti dall’ assessorato ma dalla presidenza. Per non parlare delle varie spartizioni su richiesta come i fondi per il sociale (400 mila euro) e lo sport (200 mila euro) con già l’ individuazione degli enti che ne dovranno beneficiare, senza dimenticare i 100mila euro per riparare delle colonnine dei taxi che nel 2012 con gli attuali mezzi a disposizione non trovano motivo di esistere“.

Destano perplessità in Nuti anche i 50 mila euro per la mobilità dolce.  “A che servono le rastrelliere se non vengono minimamente fatte rispettare le poche piste ciclabili esistenti e se non c’è una vera rete di piste ciclabili?”.

Per il portavoce del M5S Palermo “È inutile giocare sempre con gli stessi soldi come se fossero nuove risorse, come ad esempio i 59 milioni di euro di fondi Fas per la discarica di Bellolampo, utili per creare la sesta vasca, che erano già stati trovati anni fa durante l’amministrazione Cammarata e questa primavera erano stati annunciati dal commissario straordinario Latella”.

Fra i problemi maggiori evidenziati da Nuti c’è quello che la maggiore voce del bilancio, il 70 per cento circa, è relativa ai costi del personale ai quali vanno sommati i debiti fuori bilancio “che molti fanno finta di non vedere”, ha aggiunto il portavoce del M5S Palermo.

L’unico plauso che Nuti destina a questa manovra riguarda le voci relative al sostegno del Gay Pride, al contrasto del fenomeno della violenza sulle donne e al trasporto per i disabili. “Ma anche per questo occorrerà massima trasparenza – ha ammonito – altrimenti il rischio è di ottenere dei fondi senza poi motivarne dettagliatamente e pubblicamente l’utilizzo, pratica molto nota all’interno del consiglio comunale con i famosi “progettini“.

Luca Mangogna

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.