Moda-Società-Gossip

Aspetta 80 anni per farsi il primo tatuaggio della sua vita in memoria della figlia

Per chi avesse  pensato che i tatuaggi siano una stravaganza giovanile, è arrivato il momento di ricredersi.

Jan Bearman, 83 anni,  ha aspettato ben 80 anni per farsi un tatuaggio, il primo della sua vita, una scritta Shell con due cuori e una conchiglia,  che le ricordasse la figlia Shell – in inglese ‘conchiglia’,  diminutivo di Shelley – morta nel 2011, a 56 anni, per le complicazioni del diabete“.

“Io in questo modo sento di portare ancora qualcosa di lei con me”, confessa la donna, che torna ogni anno, nel giorno del compleanno della figlia, nello studio del tatutore per aggiungere un particolare al suo disegno.

Quando Bearman ha raccontato alla sua famiglia di voler fare un tatuaggio erano tutti un pò sorpresi dalla scelta. “Non mi hanno consigliato di non farlo, anzi, mi hanno incoraggiato ad andare avanti. ‘mi dicevano e così, un pomeriggio di tre anni fa, insieme alla nipote – una delle figlie di Shell – si è recata da un tatuatore che ha chiesto alla ragazza che tipo di tatuaggio volesse, rimanendo particolarmente sorpreso quando lei gli ha risposto: ” non è per me, è per mia nonna”.

Cristina Monti

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.