Primo PianoSpazio Libero

Aragon, italianissimo corso, best in show della 65esima Esposizione Internazionale Canina di Palermo. Foto

 ( di massimo brizzi) Una domenica di alta cinofilia, 65esima Esposizione Internazionale Canina di Palermo; una data attesa dagli appassionati che ha visto sfilare, 120 razze di cani diverse per un totale di circa 650 esemplari iscritti.

Uno scenario suggestivo offerto dal Campo Ostacoli della Favorita, luogo caro ai palermitani, solo di recente tornato fruibile alla città.

Campo di gara in perfette condizioni, coperto da un efficiente e verdissimo prato inglese.

Tra gli 11 giudici anche uno spagnolo ed un irlandese.

Sarà Anthony Kelly, giudice all round che in precedenza aveva messo in evidenza le qualità dei cani presenti in gara ad assegnare l’ambito titolo di best in show ad Aragon, cane corso, di Massimo Puccio che da Sommatino con l’ affisso “I Corsi del Lago” ha espugnato la roccaforte del titolo più alto, spesso destinato a razze straniere, con l’italianissimo corso, in questo caso anche siciliano, per una doppia vittoria.

Tra le 120 razze iscritte anche la possibilità per i visitatori di trovarsi a tu per tu con razze davvero poco diffuse; presente in gara e successivamente approdato a concorrere per il best in show , Izico, un regale  levriero irlandese:” Una passione trasmessa da mia moglie e dal mio legame con il mondo celtico, che continuo a coltivare-ha affermato Massimo Petralito, proprietario di Izco- un cane socievole ed affidabile che si adatta bene anche in appartamento nonostante la mole, potrei definirlo a tutti gli effetti un cane di famiglia”, ha poi concluso.

Anche pastori bianchi svizzeri ed un sicilianissimo allevamento di Capobianco ad esporre i suoi rappresentanti in gara.

Parecchi, english staffordshire bull terrier, razza fino a qualche anno fa poco conosciuta che oggi sta avendo grande popolarità per il grande equilibrio caratteriale dimostrato da questi compatti e muscolosi cagnolini; razza ultimamente molto diffusa a Palermo grazie all’impegno di Gigi Castellese che con il suo allevamento sta conquistando successi in tutta Europa; simpaticissima oltre che perfetta morfologicamente Staffystar Princess Emma, di proprietà di Mauro del Negro, già Campionessa italiana, Giovane campionessa italiana, miglior femmina assoluta nel raduno Mondiale 2015 e prossima a competere in Olanda in quella che potrebbe essere definita l’Olimpiade per gli staffy, insieme agli esemplari che rappresenteranno la nostra nazione al prestigioso evento cinofilo.

“Rottweiler e labrador le razze con più iscritti pochi i pastori tedeschi per la concomitanza del campionato sociale- esordisce Giorgio Varoli, presidente del Kennel Club Palermo, un evento realizzato in questo spettacolare ambiente grazie alla sinergia d’intenti messi in campo con l’amministrazione comunale, che già si è impegnata a concedere lo spazio anche per la prossima edizione”.

Sottolineata all’unisono  dai giudici la correttezza degli espositori e la qualità alta dei cani iscritti alla competizione.

Sempre più diffusa la figura dell’handler , professionista nella presentazione e nella conduzione dell’animale sul ring di gara, un’attività svolta con dedizione e costanza che ha alzato il livello di fair play tra gli appassionati.

“Nessun tipo di incidente durante l’expo- ha sottolineato Germano Romeo, medico veterinario di servizio- tuttavia ha incalzato- due cani non sono stati ammessi in gara dopo il controllo sulla amputazione di orecchie e coda”.

“ I palermitani e gli appassionati cinofili hanno fruito ancora una volta di un luogo restituito alla città, presto altre manifestazioni ravviveranno questo suggestivo scenario”, ha spiegato Leoluca Orlando, coinvolto dall’organizzazione nella premiazione.

Il momento dedicato ai bimbi conduttori ha trasmesso il profonde legame che si può creare tra i piccoli e gli animali”.

Fuori gara uno spazio dedicato al Pastore Siciliano, razza autoctona, ancora non riconosciuta che un gruppo di appassionati continua ad allevare forti che la speranza di trasformare presto in razza questo rustico e forte cane siciliano è sempre più vicina.

Da stasera è cominciato il conto alla rovescia in attesa della 66esima edizione dell’Internazionale a Palermo.

 

 

 

 

 

 

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.