Economia & Lavoro

Aprire una farmacia in Sicilia? Questo è l’anno giusto

Foto internet

Dopo dieci anni esce un bando per l’apertura di nuove farmacie nel territorio siciliano. La Gazzetta Ufficiale dell’11 gennaio ha diffuso le regole per l’assegnazione di ben 222 sedi disponibili in tutta l’isola. Tra aperture ex-novo e copertura di posti vacanti, sarà possibile per gli interessati (esclusi dal concorso i soli titolari di farmacie urbane) partecipare al concorso per l’apertura di una nuova attività.

Si prevede un boom di iscrizioni (più di tre mila) per l’assegnazione dei posti, che ha visto mutare le regole in merito. Il bando viene regolato dal decreto Monti per le liberalizzazioni che prevede la presenza di una farmacia ogni 3.300 abitanti, contro i 4.000 della precedente regolamentazione. Questo ha reso possibile un grosso aumento di questo tipo di attività in Sicilia, con un monte-disponibilità che vede nella sola provincia di Palermo ben 73 posti da assegnare.

Il concorso comporta un notevole cambiamento nelle modalità di ammissione. Prima era necessario prepararsi per un esame, essere iscritti all’albo di categoria e dimostrare di aver lavorato nell’ambito per almeno due anni; altrimenti si poteva sempre comprare la licenza. Il nuovo bando introduce, invece,  la selezione per soli titoli universitari e terrà conto dell’anzianità di servizio. Nonostante ciò, per Claudia La Cavera, responsabile dell’unità operativa Farmaceutica di piazza Ottavio Ziino, il concorso favorirà i giovani, come previsto dal bando in caso di parità di titoli.

Le domande potranno essere inoltrate, rigorosamente on-line, al sito del Ministero della Salute entro in 15 Febbraio. Le nuove farmacie apriranno entro la fine dell’anno.

 Andrea Cumbo

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.