CulturaPrimo Piano

Apre al pubblico la mostra “Caro Federico” presso la Galleria d’Arte Moderna di Palermo

foto di Antonella Tantillo @copyright Panastudio

La Galleria d’Arte Moderna di Palermo ospiterà, sabato 21 maggio, la mostra di Mario Airò e Gianluca Concialdi dal titolo Caro Federico, nell’ambito del progetto Sicilia contemporanea.

Il progetto espositivo, organizzato dall’Associazione Ars Mediterranea, in collaborazione con la Galleria d’Arte Moderna, offre uno sguardo sui linguaggi della contemporaneità all’interno di un museo con una collezione storicizzata.

In occasione della mostra è stata commissionata, al giovane artista palermitano Gianluca Concialdi, la realizzazione di un’istallazione site-specific.

L’opera di Concialdi è un’installazione a due livelli di lettura: lo spazio è concepito come un insieme di elementi del mondo della natura e del paesaggio urbano. Un wall painting dipinto con l’inchiostro estratto dalle seppie e combinato con elementi provenienti dal suo immaginario quotidiano legato alla città. L’artista ha pensato, ad esempio, di riutilizzare i materiali delle segnaletiche autostradali, come le microsfere di vetro catarifrangenti.

“L’intento è di mischiare diverse nature ambientali – afferma l’artista – creando una connessione ideale tra due mondi che trovano in me la loro realtà. Due dimensioni dell’ambiente dove vivo dello spirito e dell’identità con una continua ricerca verso la materia ma con una forte connotazione trascendentale”.

Concialdi ha voluto coinvolgere nella realizzazione del progetto anche Mario Airò, creatore di opere che si rivolgono all’immaginazione utilizzando oggetti, immagini, testi, suoni e fonti luminose, capaci di trasformare in spazi mentali gli ambienti e i luoghi che le accolgono. Un esempio è “Acqua Tonica”, l’istallazione ambientale del 1994 che crea un paesaggio di luce fluorescente ottenuto sfruttando l’effetto naturale del chinino, sostanza contenuta nelle bottiglie di acqua tonica, quando viene illuminato da luci wood.

 

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.