Spazio Libero

Appello per aprire i negozi di via San Basilio a Palermo

Via San Basilio

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera.

Appello al Presidente Giovanni Avanti e agli artigiani ed artisti palermitani. Aprite laboratori /negozi nella via San Basilio incominciando da quelli che hanno partecipato all’artigianato palermitano in mostra a palazzo Jung .

Presidente coinvolgendo i vari artigiani palermitani con i mobili d’arte di Giuseppe Bova, Carlo Caruso e Costantino Sparacio, le sculture in legno del bagherese Tommaso Buttitta, gli strumenti musicali del liutaio Ignazio Muliello, le ceramiche artistiche di Elisa Messina, Lavinia Esposito, Simonetta Negrini e Angelo Seminara, gli argenti d’arte di Antonino Caruso, gli abiti d’alta moda di Mariella Bellotta, i libri antichi di Orazio Burrafato, le decorazioni per interni e i tessuti decorati di Rosa Anna Argento, M.Crocilla e A.Giglia che gia’ hanno partecipato grazie a lei all’artigianato palermitano in mostra a palazzo Jung, facciamo che da via Bandiera a tutta via San Basilio,piazzetta san basilio,a via Patania,piazza Morgese con le via Monteleone ,via Orologio,via Trabia a piazza Olivella, via bara all’olivella dove si trovano il Museo archeologico Salinas e Palazzo Branciforte la Chiesa Sant’Ignazio all’Olivella e San Giocchino al Colleggio Maria all’Olivella nei pressi del tempio della cultura palermitana il Teatro Massimo di Palermo, quel dedalo di vicoli che attraversano Palermo nel mezzo dalla via roma a via maqueda, il nostro epicentro dell’artigianato palermitano.

In questa parte del centro storico palermitano nel cuore di Palermo che si trova ripeto nel mezzo di via roma e via maqueda una delle poche cose belle che per fortuna conserva questa parte del centro storico e’ manto stradale dei vicoli,ancora con le vecchie lastre di basolato un miracolo ormai a Palermo .

Tutti i locali a piano terra che si affacciano sui vicoli spesso abbandonati se ristrutturati e dare licenze per aprire negozi di artigianato penso non solo a pasticcerie,o rosticceria ma anche ad artigiano del vetro,dell’arte presepiale della ceramica,a scultori, ai maestri dei pupi,dei pittori dei carretti, per far diventare via san basilio un punto per i turisti che cercano artigiano locale da portarsi a casa dopo vacanze a Palermo .
Tutti uniti per far rinascere questo pezzo dei cuore del centro storico di Palermo, bastano i primi che aprirebbero negozi e laboratori in quei dedalo di vicoli, e poi davvero diventerebbe un punto di richiamo che i turisti fanno quando vengono ancora per fortuna a Palermo.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

  1. Aderisco all’appello. Spesso in Via san Basilio incrocio turisti con cartine in mano che potrebbero alimentare il nostro mercato artigianale diffondendo, nel mondo, la nostra cultura. Incentivate le aperture dei negozi in questa suggestiva via palermitana.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.