Moda-Società-Gossip

Antico Papiro, Gesù disse loro: “Mia moglie…”

Il papiro (foto Internet)

La scoperta sarebbe fra quelle capaci di rivoluzionare il modo di pensare e di agire di molti fedeli e della chiesa. Durante il Convegno Internazionale di Studi Copti a Roma, Karen L. King, storica della Cristianità antica della Harvard Divinity School, ha presentato un antico frammento di papiro in cui Gesù farebbe riferimento a una «moglie».

L’intervento al convegno romano della studiosa ha trovato molto spazio in tutti i siti dei maggiori quotidiani internazionali. Il frammento – scritto in lingua copta e risalente al quarto secolo – conterrebbe una frase mai esistita nelle Sacre Scritture: «Gesù disse loro: “Mia moglie…“».

Il frammento di papiro è sbiadito e le sue dimensioni sono più piccole di quelle di un biglietto da visita. Su un lato, ci sono otto righe scritte con inchiostro nero, leggibili solo con la lente d’ingrandimento. Il testo conterebbe presumibilmente anche la frase: «Lei sarà in grado di essere mia discepola».

Il mistero diventa ancora più fitto perché il papiro è di proprietà di un magnate che ha chiesto di restare anonimo.

In un intervista al New York Times la King ha precisato che: “il papiro non può essere considerato una prova che il Gesù storico fu davvero sposato. Il testo fu scritto secoli dopo la vita di Gesù ma è interessante – dice la studiosa – perché sarebbe l’attestazione di un dibattito, anche tra i primi fedeli, sul valore del celibato nella Chiesa e sul ruolo della donna nella Cristianità.

L’idea che Gesù potesse avere una moglie è contenuta nel bestseller «Il codice da Vinci». Ma – precisa la King – non è una prova che Dan Brown avesse ragione».

A dare manforte alla tesi della studiosa di storia della cristianità di Harvard è intervenuto Roger Bagnall, direttore dell’Institute for the Study of the Ancient World di New York, il quale ha detto di credere che il frammento, che la King ha definito ‘Vangelo della moglie di Gesu«, sia autentico.

Ora monta l’attesa intorno agli ulteriori esami che dovranno essere effettuati dagli esperti.

Fabio Butera

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

3 commenti

  1. Se mai sia esistito il Gesù storico, non sarebbe la prima volta di uno studio che suffraga l’ipotesi di una famiglia “allargata” rispetto a quanto pervenutoci dalla tradizione. Come l’ipotesi che avesse fratelli e sorelle in accordo all’indirizzo di molti studiosi dell’esegesi filologica dei vangeli. Considerato che anche questi ultimi sono stati scritti abbondantemente dopo quella che viene considerata la data della morte di Cristo, bisogna valutare e comparare attentamente le fonti per una seria indagine storica.

  2. Sono parecchi i vangeli del II , III, e Iv secolo dopo Cristo, detti apocrifi solo perchè non furono scelti dai cosidetti padri della Chiesa nei vari concili, che parlano di Maria Maddalena come la discepola prediletta da Gesù e in uno di essi si dice che Gesù la baciava e per entrambi i motivi Pietro era geloso. Quindi non è da escludere che la Maddalena fosse perlomeno la donna di Gesù e in ciò non ci vedo niente di scandaloso.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.