Primo Piano

Animali in strada, obbligatorio il soccorso

Cane in strada, foto internet

Dal 27 Dicembre una questione di coscienza, finalmente diventerà legge, chi investirà un animale sarà obbligato a soccorrerlo. Il provvedimento rafforza dunque il cambiamento del Codice della strada che, dall’estate 2010 , aveva già fissato l’obbligo di fermarsi in caso di incidente con un animale.

Non si potrà più far finta di nulla di fronte a un animale ferito e verrà trattato in tale e uguale misura esattamente come una persona, il soccorritore potrà caricare il ferito in macchina e trasportarlo in ambulatorio, azionare il clacson e violare la segnaletica, gli automobilisti dovranno dare la precedenza e le forze dell’ordine non potranno applicare le multe , e anche le ambulanze veterinarie dovranno usare la sirena lampeggiante.

“La norma ha preso atto del cambiamento del sentire comune sul dovere di prestare soccorso anche agli animali – commentano Gianluca Felicetti, presidente Lav, e Carla Rocchi, presidente nazionale dell’Enpa.

Nel decreto siamo riusciti a far inserire il pieno riconoscimento del privato cittadino che porta per dovere civico un animale incidentato in un ambulatorio veterinario, la necessità di intervento anche ai fini della tutela dell’incolumità pubblica e il pieno riconoscimento dell’attività delle Guardie zoofile. Ora le Regioni e i Comuni devono rafforzare i propri compiti di intervento già previsti da altre normative. Fino al 12 agosto 2010 in caso di incidente stradale ci si doveva fermare in caso di danno a persone o anche a un lampione. Non agli animali.

Ora, invece, è diventato un obbligo anche se si è investito un cane o un capriolo, un cavallo o un gabbiano. Si poteva essere sanzionati se per portare con documentata urgenza un animale qualsiasi ferito da un veterinario si passava un incrocio con il semaforo rosso. Ora si può, come per salvare una vita umana. L’ambulanza veterinaria che utilizzava la sirena lo faceva contravvenendo alla normativa. Non ne aveva diritto. Ora è stata equiparata, nella necessità di avere la strada libera da parte di auto e vigili urbani, alle ambulanze umane. Così come all’intervento delle Guardie zoofile è stato riconosciuto lo stesso carattere d’urgenza di quello di carabinieri e polizie”.

S’introduce inoltre anche l’obbligo di soccorso nei confronti degli animali selvatici, per cui si dovrà chiamare il corpo forestale o la polizia provinciale, anche da parte di chi assiste all’incidente pur non avendolo causato.

Concetta Ventimiglia

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.