Moda-Società-Gossip

“Anche i ricchi piangono”: Lapo Elkann e il furto da 3,5 mln di euro

Lapo e Goga, foto internet

Anche i ricchi piangono. Questa volta, vittime di un furto del valore di 3,5 milioni di euro sono Lapo Elkann e la sua fidanzata Goga Ashkenazi. La coppia era ospite in una villa di proprietà di Paola Marzotto, nella località uruguayana di La Barra vicino Punta del Este, che è una delle zone più prestigiose del Sudamerica .

 La rapina è avvenuta nella notte tra sabato e domenica. I ladri si sono accaparrati un bottino molto ricco, cioè 25 mila euro in contanti e ben 17 gioielli, in particolare orologi, bracciali ed anelli. Goga Ashkenazi, 32enne del Kazakistan ed ex fidanzata del principe Andrea Casiraghi e di Flavio Briatore, sembra aver riposto i gioielli e i soldi all’interno di una cassaforte a muro proprio davanti al personale di servizio della villa. Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio. Infatti nel giro di poche ore, durante la notte, la cassaforte è stata svuotata con molta facilità, anche grazie all’ assenza di allarme all’interno della villa.

 La polizia locale sta interrogando il personale e sta cercando di capire cosa è avvenuto, ma ormai il furto è avvenuto. A coordinare l’indagine è il capo della polizia di Maldonado, Juan Balbis. Secondo gli agenti tutto questo potrebbe essere opera di criminali del luogo, che non per forza sarebbero a conoscenza del valore della refurtiva. “Entrano nelle ville di questo genere per vedere quello che trovano: non hanno idea di quello che hanno preso, a parte i soldi: sicuramente sarà la stampa a fargli sapere il valore dei gioielli”. La cosa certa è che sia stata una talpa a comunicare la presenza di soldi e gioielli all’interno della villa, così da dare il via al furto.

Insomma 3,5 milioni di euro scappano via a gambe levate dalla coppia che invece di una programmata vacanza all’insegna del relax ha trovato in Uruguay un vero e proprio incubo.

Alessandro Quartararo 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.