Economia & Lavoro

Amia, sindacati: “Vogliamo risposte”. Domani nuovo corteo

Foto di Francesca Del Grosso

“Continuiamo ad esprimere le nostre contrarietà e forti preoccupazioni sulla inevitabilità del fallimento, chiediamo pertanto un incontro urgente al sindaco Orlando e al liquidatore Quartararo per avere ulteriori chiarimenti sul percorso del concordato preventivo proposto dall’amministrazione comunale al giudice fallimentare”.

Ad affermarlo al termine dell’incontro che si è tenuto in Prefettura sulla vertenza Amia , sono i sindacati confederali e di categoria del gruppo Amia. “Già da domani – fanno sapere – i lavoratori torneranno in corteo fuori dall’orario di lavoro e senza svolgere assemblee, per senso di responsabilità e rispetto nei confronti dei cittadini” .

Il corteo partirà alle ore 14,30 da via Lincoln all’altezza dell’ex Jolly hotel oggi NH , per giungere a Palazzo delle Aquile dove i sindacati sperano di essere ricevuti dal sindaco.

“Nel corso del vertice di oggi – continuano – abbiamo appreso delle perplessità espresse dal Prefetto sul percorso proposto dal sindaco relativamente all’ ipotesi della requisizione in uso dell’Azienda. Resta comunque un provvedimento provvisorio e transitorio che non risolverebbe i problemi del gruppo . Intanto continuiamo, come facciamo da tempo, a rivendicare un piano industriale serio e credibile per garantire il servizio all’utenza e la salvaguardia dei livelli occupazionali”.

I sindacati di Amia concludono: “Prendiamo atto della disponibilità dei commissari a rassegnare subito le dimissioni, ci auguriamo che questo aiuti a superare lo scontro istituzionale in atto, che nei fatti sta determinando questo dramma”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.