CronacaPrimo Piano

Amat, rincaro di 10 centesimi sul biglietto

Aumenterà di dieci centesimi, da 1,20 euro a 1,30 euro, il biglietto per il bus a Palermo, secondo il decreto del 7 ottobre, approvato dalla giunta comunale, appena pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Vi è possibilità di rincaro anche per gli abbonamenti e i carnet.

I bilanci della Regione sono nel caos e mancano sei milioni di euro per chiudere i conti e permettere di approvare le variazioni di bilancio. Secondo i componenti della commissione, quattro milioni servirebbero a risollevare le province in difficoltà, mentre il resto per far fronte alle spese riguardanti alcuni istituti di ricerca come il Vivaio Pailsen, l’Aras (Associazione Regionale Allevatori in Sicilia), il Corfilac (Consorzio Ricerca Filiera Lattiero-Casearia), l’istituto ippico e a dare più garanzie di copertura per alcuni enti coinvolti nell’ex Tabella H.

Si tratta del terzo aumento in due anni, nel 2008 il ticket costava 1 euro e valeva 120 minuti, oggi costa 1,30 euro e vale 90 minuti.

I cittadini avranno il tempo di smaltire i precedenti biglietti, perché il rincaro sarà attuato appena l’Amat avrà stampato i nuovi biglietti. Il tempo di validità del biglietto rimane la stessa, quindi 90 minuti.

Il rincaro sarebbe dovuto avvenire a febbraio 2013 passando da 1,20 euro a 1,30, ma ciò non avvenne e a maggio arrivò il reclamo dell’Amat che chiedeva al comune di versare nelle proprie casse 700 mila euro per coprire il bilancio in calo fino a fine anno. Prezzo troppo alto per il comune che ha deciso di firmare la delibera per l’aumento del biglietto.

Ornella Caiolo

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.