CronacaPrimo Piano

Altri 43 migranti a Lampedusa. Arrestati 3 scafisti

Foto internet

Durante le quotidiane operazioni finalizzate al soccorso in mare dei migranti ed al contrasto dello sfruttamento dell’immigrazione clandestina che la Guardia di Finanza svolge nel canale di Sicilia, domenica 3 maggio, i militari in forza alla Brigata di Lampedusa hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, 3 “scafisti” tunisini.  Sono stati identificati , El Akkra Sami, 28 anni; Salem Mohamed, 21 anni e Hosni Tamel, 26 anni.

Nel pomeriggio del 3 maggio, i finanzieri  hanno individuato un’imbarcazione in legno di circa 10 metri, cabinata, con scafo di colore blu e tuga bianca, carica di migranti, che si spostava  verso le coste dell’isola di Lampedusa.

Terminate le operazioni di sbarco e di primissimo soccorso, i tre “scafisti” sono stati allontanati dai restanti 43 extracomunitari, tutti uomini di cui 4 minori. Nella distrazione, uno dei tre scafisti, successivamente identificato in El Akkar Sami, cercava di confondersi all’interno del gruppo dei migranti sbarcati, scambiando il suo posto a sedere con quello di un altro extracomunitario.

Notato il tentativo del cittadino tunisino che aveva ormai capito di essere stato individuato quale scafista è stato invitato a riprendere la posizione iniziale, insieme agli altri due uomini, già messi in disparte.

I finanzieri hanno sequestrato e analizzato il Gps a bordo dell’imbarcazione attraverso il quale sono riusciti a ricostruire il percorso di circa 200 km che dalle coste di Tunisia ha portato i 43 migranti all’isola di Lampedusa.

Il Magistrato di turno,Alessandro Macaluso, ha disposto per i tre cittadini tunisini la misura della detenzione cautelare in carcere.

Cristina Monti

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.