Politica

Alongi (Pdl): “Nessun rinviato a giudizio per mafia nelle nostre liste”

Il vicepresidente della provincia di Palermo Pietro Alongi (foto Internet)

«Sono completamente in sintonia con il candidato presidente della Regione siciliana Nello Musumeci. Nelle nostre liste deve esserci totale pulizia e nessun rinviato a giudizio». A dirlo è Pietro Alongi, candidato del Pdl alle prossime elezioni regionali del 28 ottobre, in relazione alle dichiarazioni di Musumeci, che ha sostenuto che nelle liste che appoggeranno il candidato di centrodestra non dovranno esserci aspiranti onorevoli rinviati a giudizio per reati di mafia o contro la pubblica amministrazione.

«Musumeci – continua Alongi – sposa così una strada che io invito a seguire da tempo. Questa deve essere la via che un centrodestra moderno deve seguire per conquistare il suo elettorato tradizionale, gli indecisi, ma anche le nuove generazioni che si avvicinano per la prima volta alle urne. Solo gente al di sopra di ogni sospetto può contribuire alla rinascita della Sicilia».

Comunicato Stampa

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

  1. Ma davvero questo tizio è davvero esilarante, attualmente gli stanno facendo un processo per corruzione nel caso bacchi. E a detta dei magistrati è anche colpevole. quanto si dice l’ipocrisia della legalità ……..

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.