CronacaPrimo Piano

All’Istituto “Padre Pino Puglisi” simulazione di evento sismico

Oggi un’esercitazione coordinata dalla Protezione Civile Regionale, ha visto protagonisti 225 alunni dell’Istituto Comprensivo Statale “Padre Pino Puglisi” nell’ambito di un progetto promosso dal Dipartimento di Protezione Civile Nazionale.

Ore 9.15, è il suono della sirena della scuola ad annunciare l’evacuazione della struttura in seguito a una presunta scossa di terremoto. Così mentre i ragazzi ordinatamente si concentrano nel piazzale dell’istituto, scatta la macchina del soccorso che vedrà impegnati oltre a personale della Protezione Civile, Asl,Vigili del Fuoco, Nucleo Cinofilo Polizia Municipale, Carabinieri, Polizia di Stato, Corpo Forestale dello Stato, Soccorso Alpino.

Primi a entrare in scena gli uomini dei Vigili del Fuoco che dopo aver constatato la stabilità dell’edificio, hanno accertato la salubrità dell’aria a seguito di una segnalazione per un’eventuale nube tossica successiva all’evento sismico, impiegato personale specializzato Nbc.

Poi il Soccorso Alpino, ha inscenato il trasferimento di un ferito tramite l’uso di una teleferica messa in opera per evitare scale potenzialmente non sicure dopo l’ipotetica scossa. Una volta a terra, il ferito è stato soccorso e trasferito velocemente in ospedale dal personale sanitario intervenuto nel frattempo.

Il crollo di un muro con un superstite sotto le macerie, questo l’ultimo atto di una rappresentazione davvero ben riuscita che vedrà impiegati i cani da ricerca del Nucleo Cinofilo della Polizia Municipale e dell’Associazione di Volontariato Croce Costantiniana Di San Giorgio. Cesare, uno splendido labrador condotto dall’ispettore capo Giovanni Vigneri e Nitro, un dotatissimo pittbull condotto dal Volontario Sergio Genovese, dopo aver velocemente individuato la traccia del superstite sotto le macerie, hanno segnalato ai conduttori la presenza del corpo con un ripetuto abbaio. Così estratto dalle macerie dai Vigili del Fuoco, il personale sanitario dopo la visita,  accertava le condizioni del ferito e dava indicazioni sui presunti traumi e lesioni riportati dopo il crollo e ne disponeva il veloce trasferimento in ospedale.

“Cani ben addestrati già impiegati in situazioni difficili e reali- afferma Vincenzo Montemaggiore, Ispettore Capo e istruttore del Nuclo della Polizia Municipale di Palermo- oggi Cesare, uno dei nostri due labrador, in pochi minuti ha segnalato il corpo del disperso  sotto le macerie;tante ore di allenamento un grande affiatamento tra cane e conduttore e tanta passione per la propria professione, questa la formula magica per creare una squadra in grado di operare a favore della comunità”, conclude Vincenzo Montemaggiore.

I Bambini dopo una mattina così intensa,  sono stati rifocillati con un piatto di pasta pomodoro e parmiggiano sfornato dalla “cucina mobile da campo” allestita dall’arma dei Carabinieri. Una cucina mobile operativa in grado di produrre 200 pasti completi l’ora, dotata anche di accessori per la distribuzione del cibo, pronta ad  essere impiegata su qualsiasi terreno.

“Un’esercitazione perfettamente riuscita-questo il giudizio di Maria Teresa D’Esposito funzionaria della Protezione civile Regionale- mercoledì questa simulazione sarà ripetuta a Petralia-continua la funzionaria-è il primo anno che Palermo prende parte a questo progetto che si ripete in Italia da sette anni.”

“Sono cinquantamila i ragazzi che in tutta Italia, durante gli anni del progetto, hanno partecipato a simulazioni analoghe”, conclude Ascanio Cosolo Dipartimento Protezione Civile Nazionale.

Massimo Brizzi

[nggallery id=90]

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.