Primo Piano

Al via giovedì 2 maggio il workshop di rigenerazione urbana Lab Sperone Children

Promosso dall'Ordine degli Architetti in collaborazione con il Comune e l'ICS Sperone Pertini

area transennata in vista del workshop

Lavori fino al 4 maggio e il 6 mattina la presentazione dei risultati nel plesso Padre Puglisi di via Giannotta 4, alla presenza del sindaco di Palermo Leoluca Orlando

(di redazione) Palermo, 30 aprile 2019. Tre giorni per tracciare le linee sul futuro di via XXVII Maggio allo Sperone, la strada dove a fine febbraio è stato demolito il rudere di un asilo nido mai entrato in funzione e diventato luogo di degrado e spaccio. Partirà giovedì 2 maggio il workshop di Lab Sperone Children, lanciato dall’Ordine degli architetti ed aperto a professionisti under 40, studenti universitari e dell’Accademia di belle arti. Un’occasione di riflessione e ideazione progettuale che arriva al termine di una serie di momenti di ascolto realizzati nel quartiere tra cui un’assemblea che si è tenuta lo scorso 17 aprile all’Istituto Comprensivo Sperone-Pertini.

“Sono molti gli stimoli arrivati dagli abitanti e dai ragazzi del quartiere – dice il presidente dell’Ordine Franco Miceli –, input a cui il workshop proverà a dar forma. Tutto il percorso nasce in collaborazione con il Comune che dovrà poi realizzare materialmente i lavori e con l’Istituto Comprensivo Sperone-Pertini, la scuola da cui tutto è partito e che rappresenta non solo un luogo di crescita per i bambini ma un punto di incontro, confronto e partecipazione per molti abitanti del quartiere”.

All’Assemblea di quartiere genitori, abitanti e componenti di associazioni come Azzizart al lavoro per la riqualificazione della spiaggia di Romagnolo, hanno espresso le proprie considerazioni. “Da una parte – dice la preside dell’ICS Sperone-Pertini, Antonella Di Bartolo – è emersa l’esigenza di avere un asilo nido per i più piccoli, dall’altro spazi gioco all’aperto e un’area a verde che possa diventare luogo di ritrovo e socializzazione per la comunità”. Elementi che insieme ai disegni dei bambini e alle planimetrie consegnate dagli uffici tecnici del Comune daranno le coordinate al lavoro degli architetti, chiamati a immaginare un primo step di sistemazione immediata su cui innestare un progetto più complesso in grado di ricollegare quest’angolo del quartiere al mare.

Centinaia i disegni dei bambini che saranno esposti per l’occasione all’Istituto Sperone-Pertini. Documenti pieni di fantasia e colori, frutto anche del progetto “Abitare il Paese. La cultura della domanda – I bambini e i ragazzi per un progetto di futuro” avviato lo scorso anno dalla Fondazione Reggio Children insieme al Consiglio nazionale degli Architetti e che ha permesso ai bambini di conoscere il Prg che riguarda il quartiere in cui vivono, stimolandoli a mettere su carta sogni e desideri e a coinvolgere in questa pianificazione dal basso anche i genitori.

Le tre giornate partiranno il 2 maggio e seguiranno un preciso calendario già fissato nella call. Fino al 4 maggio il plesso Padre Puglisi in via Giannotta si trasformerà in un incubatore di idee. Il 6 maggio a partire dalle 9 le idee progettuali saranno presentate in un’iniziativa pubblica alla presenza del sindaco Leoluca Orlando e degli assessori Fabio Giambrone (Decoro urbano), Giovanna Marano (Scuola) e Maria Prestigiacomo (Lavori Pubblici). Il Comune avrà poi il compito di predisporre il piano (Assessorato al Decoro) e realizzare i lavori necessari al recupero ed alla rigenerazione dell’area. Le idee-proposte da mettere in campo riguardano sia l’organizzazione degli spazi a verde (ludico-didattico) sia la futura realizzazione di un nuovo asilo. La via si trova tra case di edilizia economica popolare, scuole e il mare.

‘area interessata alla rigenerazione

Il progetto elaborato durante il workshop verrà inoltre presentato in occasione dell’annuale convegno dell’Ordine degli architetti “Etica e legalità nella professione di architetto” che si terrà a Palermo il 24 maggio 2019 e che quest’anno vedrà la partecipazione dei più importati Ordini degli architetti italiani e la presentazione di altri progetti di rigenerazione urbana in corso a Milano, Bologna, Torino, Roma e Catania. Questo il programma delle giornate:

2 maggio 2019

ore 9,00 Accoglienza e registrazione dei partecipanti;

ore 9,30 Presentazione del workshop e dei docenti;

ore 10,30 Visita sui luoghi; ore 11,30 riflessioni e dibattito;

ore 13,00 Pausa;

ore 14,30 Attività laboratoriali di gruppo;

ore 16,00 Riflessioni e dibattito;

ore 17,00 Attività laboratoriali di gruppo;

ore 19,00 Fine dei lavori.

3 maggio 2019

ore 9,30 Attività laboratoriali di gruppo;

ore 13,00 Pausa;

ore 14,30 Riflessioni e dibattito;

ore 16,00 Attività laboratoriali di gruppo;

ore 19,00 Fine dei lavori.

4 maggio 2019

ore 9,30 Riflessioni e dibattito;

ore 10,30 Attività laboratoriali di gruppo;

ore 13,00 Pausa;

ore 14,30 Attività laboratoriali di gruppo;

ore 16,30-19,00 Sessione plenaria – Presentazione e discussione dei progetti elaborati dai gruppi di lavoro.

6 maggio 2019

ore 9,00 confronto e sintesi delle idee e delle diverse esperienze tra i partecipanti ai gruppi di lavoro. Saranno presenti i rappresentanti istituzionali del Comune di Palermo: Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo; Fabio Giambrone, Vicesindaco; Giovanna Marano, Assessore pubblica istruzione; Maria Prestigiacomo, Assessore LL.PP.

Segui Lab Sperone Children su Fb

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.