CulturaPrimo Piano

Al via da domenica la rassegna ARCHItetture

Debutterà domenica 12 aprile alle ore 18, presso l’Oratorio di San Lorenzo, il nuovo progetto che il Conservatorio di Palermo realizza in sinergia con l’Associazione Amici dei Musei Siciliani.

Il progetto ARCHItetture, a cui collaborano anche l’Arcidiocesi di Palermo e l’Associazione AgorArte, è ideato e coordinato dalla docente di Musica di insieme per archi Elena Ponzoni, e si articolerà attraverso sei incontri musicali in altrettanti luoghi d’arte della città di Palermo, puntando alla reciproca valorizzazione tra spazi architettonici e musica.

La rassegna, che si iscrive nel solco delle nuove collaborazioni intraprese dal Conservatorio con le altre istituzioni culturali di Palermo, si avvarrà dei giovani musicisti della classe di Elena Ponzoni e di volontari dell’Associazione Amici dei Musei che interverranno ad illustrare i siti.

Così commenta Elena Ponzoni, che insieme a Bernardo Tortorici, presidente dell’Associazione Amici dei Musei, auspica di poter confermare il progetto anche negli anni a venire: «Palermo mi ha mostrato luoghi talmente affascinanti e meritevoli di essere “riempiti” da buona musica, che non ho esitato a cercare contatti. Il completare l’operazione con uno scambio maggiore con chi ci ospiterà, invitando i volontari dell’Associazione ad illustrare gli spazi in cui si svolgeranno i concerti, mi è sembrato un corredo naturale e un contributo attivo da parte di noi musicisti alla valorizzazione del patrimonio artistico di questa città».

In occasione dell’incontro inaugurale, dedicato all’ascolto della Sonata per archi n. 2 in La maggiore di Rossini, eseguita da Ornella Mineo, Elena Ponzoni (violini), Franca Bongiovanni (violoncello) e Luciano Nanìa (contrabbasso), sarà Pierfrancesco Palazzotto, docente di Museologia dell’Università di Palermo e curatore del Museo Diocesano, a raccontare di Serpotta e degli spazi dell’Oratorio.

ARCHItetture proseguirà il 26 aprile alle ore 18 presso la Chiesa di Sant’Antonio Abate allo Steri con Ritorno al futuro, incontro dedicato alla musica del Novecento con brani di Martinů e Ravel a cui si affiancherà un brano di C. Mantione, giovane studente di Composizione del Conservatorio di Palermo.

Il 31 maggio sempre alle 18, a Santa Maria della Catena, sarà la volta di Italiana: tra sacro e profano, tra antico e moderno dedicato alla rilettura del repertorio antico da parte di autori moderni, eseguito dall’orchestra d’archi Eliodoro Ensemble, con musiche di Gabrieli, Respighi, E. Sollima, Boccherini e G. Sollima.

Per il mese di giugno, presso l’Oratorio di San Mercurio, ARCHItetture dedica due appuntamenti dal titolo Quartetto al ricordo di Paolo Borciani, primo violino del Quartetto Italiano, nel trentennale della sua scomparsa: l’11 giugno alle ore 21 ascolteremo pagine di Haydn, Mendelssohn, Schubert e Maddalena Lombardini, autrice del tardo Settecento oggi raramente eseguita, mentre il programma del 14 giugno alle ore 18  includerà musiche di Haydn, Brahms, Lombardini e Beethoven. Nel corso dell’intera giornata sarà proiettato, ciclicamente il film Quartetto Italiano.

Dopo la pausa estiva la rassegna riprenderà con altri due incontri: il 27 settembre alle ore 12 presso la Sala Borremans del Palazzo Arcivescovile con Equinozio, concerto interamente dedicato alle musiche da camera di Mendelssohn, e il 25 ottobre alle ore 18 infine, presso la Chiesa del Santissimo Salvatore, ARCHItetture si concluderà con Alla danza! programma di musiche ispirate alle diverse forme di ballo, che dal Seicento di Isabella Leonarda ci accompagnerà fino ai primi anni del Novecento.

Tutti i concerti saranno a ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili.
Info T. 091.
580921 – www.conservatoriobellini.it.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.