Cinema-Teatro-MusicaPrimo Piano

Al Teatro Biondo il burlesque di Emma Dante

Atteso debutto stasera al teatro Biondo dell’operetta in burlesque della regista Emma Dante. Non nuova ad esperienze estreme e provocatrici la Dante si cimenta con la omosessualità di Pietro che, nato femmina,tenta di liberare la sua vera natura tentando in una società retriva e ancora legata a cliché di genere ,di ritagliarsi spazi di verità.

Emma Dante entra con questa operetta  nel cavilloso del politico ambaradan per schierarsi con le coppie omosessuali che ancora in Italia non vengono riconosciute se non per l’intimità in cui sono relegate. Meno che mai otterranno il riconoscimento di una unione matrimoniale che alla luce del vivere non si comprende la voglia pressante di etichettarsi in ruoli abbastanza controversi e non meglio definiti.dice ancora la Dante di sperare che l’Italia colmi il ritardo nella applicare la legge sulle unioni omosessuali  perché considera la mancanza una forma di repressione non ammettendo dice “il disincanto”.

Faremo in modo di capire se le spinte artistiche della regista sono reali o dalla sua ben forte posizione sono proclami che nascondono motivi e interessi politici….noi che non crediamo alla buona fede dei messaggi. La definisce la Dante la sua operetta Burlesque “uno spogliarello dell’anima “? Forse la Dante ha guardato Mastelloni ante tutti?

Paolo Santoro 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.