PoliticaPrimo Piano

Addio Province : approvata riforma

Evento storico per l’amministrazione Crocetta. Aveva promesso : “Prima le riforme” e così sta facendo. In Sicilia si chiude l’era delle Province: con 36 voti a favore, 11 contrari e 6 astenuti, il Parlamento regionale ha approvato la riforma che istituisce 6 liberi consorzi e le città metropolitane di Palermo, Catania e Messina. La legge passata oggi completa la riforma approvata lo scorso anno, attribuendo funzioni e competenze ai neonati enti intermedi e manda definitivamente in soffitta le nove ex Province della Sicilia, attualmente rette da commissari.
Il personale delle ‘ex Province’ passerà adesso ai nuovi enti. “Con questa riforma – ha aggiunto il Governatore – Abbiamo attuato lo Statuto e stabilito che la democrazia comunale si applichi in Sicilia come in nessuna regione d’Italia. Adesso dobbiamo batterci per l’articolo 36 e 37 per chiudere una partita che è quella finanziaria”.
Dopo il voto finale sul ddl di riforma delle Province, la seduta dell’Ars è stata rinviata a martedì prossimo. All’ordine del giorno ci saranno i disegni di legge sul servizio idrico integrato e quello sulla tassa automobilistica regionale. Entrambi i ddl sono stati incardinati oggi, mentre il termine per presentare gli emendamenti è stato fissato a lunedì prossimo entro le 20.
Resta da approvare il testo sulla riforma del servizio idrico integrato entro il 12 agosto e poi si passerà al 2 settembre, quando l’Ars dovrà approvare l’ipotesi di bilancio del 2016. Tra le riforme a cui dare priorità c’è anche la riforma elettorale. Insomma, il prima passo è stato fatto, ma l’agenda Crocetta è ancora piena.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.