Cultura

A Palermo il progetto ‘Light – Accendi la luce sulla scienza’

Il logo

Si è svolta oggi, a Palermo, la presentazione del progetto ‘Light – Accendi la luce sulla scienza’ che si svolgerà il prossimo 28 settembre prossimo nel capoluogo siciliano in contemporanea con Roma e altre capitali europee.

Si tratta di una manifestazione organizzata con l’obiettivo di far incontrare i ricercatori con il grande pubblico e promuovere, attraverso esperimenti, spettacoli e giochi, l’importanza della ricerca scientifica e la sua ricaduta sulla vita quotidiana.

Light 2012 Palermo si colloca all’interno della Notte dei Ricercatori, un’iniziativa promossa dalla Commissione Europea celebrata in oltre 200 città. L’evento vede la stretta collaborazione fra enti pubblici e privati del mondo della ricerca e dell’innovazione, coordinati dal CNR – IRPPS (Istituto di ricerche sulla popolazione e sulle politiche sociali) ed è finanziato dal Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitività 2007-2013, con il Patrocinio del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero degli Esteri, della Provincia e del Comune di Palermo.

Stamattina sono stati presentati alcuni degli esperimenti e dei progetti realizzati dai ricercatori del CNR, illustrati dalla coordinatrice dell’iniziativa Rossella “Quando dormire stanca” e “Dal mare nuovi alimenti”. È stato inoltre presentato dal Dipartimento di Fisica dell’Università di Palermo un esperimento sulla levitazione magnetica e ad un esperimento finanziato dal PON-Ricerca e Competitività 2007-2013, simulando gli effetti dei terremoti su due modelli di case in assenza e in presenza di dispositivi di protezione sismica.

Queste esperienze “di laboratorio” proseguiranno con la vera e propria kermesse venerdì 28 settembre, all’Orto Botanico di Palermo, dalle 18.00 alle 02.00. Qui, gli ospiti di tutte le età potranno interagire personalmente con i ricercatori e toccare con mano i risultati dei progetti di ricerca, nonché vivere emozionanti concerti e spettacoli, grazie a un programma ricco di appuntamenti e performance.

“Questa manifestazione – ha affermato il Sindaco Leoluca Orlando – è un piccolo assaggio di come i centri di ricerca rappresentati innanzitutto dal CNR e dalle Università ma anche da tanti soggetti privati all’avanguardia, rappresentano una grande risorsa di idee e quindi di soluzioni innovative per tanti problemi: un motivo in più per sostenerli e per realizzare con loro un percorso virtuoso di collaborazione.”

Per il Rettore Roberto Lagalla, “I ricercatori dell’Università di Palermo hanno competenze e capacità nei settori scientifici e disciplinari più diversi, un patrimonio che quotidianamente mettono a disposizione della collettività attraverso accordi, collaborazioni, progetti di ricerca applicata. Questa, insieme con altre iniziative di divulgazione, è un’occasione per abbattere i paletti e mostrare alla città che cosa si sviluppa all’interno dei dipartimenti dell’Ateneo”.

I laboratori In Lab, allestiti all’interno dell’Orto Botanico, offriranno ai visitatori la possibilità di interagire direttamente con diversi progetti scientifici Made in Italy.

La Fabbrica dei tessuti: i ricercatori dell’Istituto di biomedicina e di immunologia molecolare del CNR coinvolgeranno il pubblico in procedure e tecniche di base inerenti la creazione di tessuti/organi (ingegneria tessutale), la cui possibile applicazione va dalla medicina rigenerativa (realizzazione di protesi e organi artificiali) alla drug discovery (tissue chips), passando anche dalla “fanta”-scienza (creazione della carne in vitro).

Coinvolti nella nascita di una proteina: è un gioco attraverso cui i ricercatori dell’Istituto di biomedicina e di immunologia molecolare del CNR renderanno fruibile e familiare ai “non addetti ai lavori“ di ogni età il concetto della sintesi proteica e gli effetti di catastrofi nucleari.

Interazione Radiazione Materia: un esperimento compiuto dai ricercatori dell’Istituto di Biofisica del CNR ci permetterà di capire gli effetti delle radiazioni sulla materia grazie a uno speciale gel.

La lievitazione magnetica: un esperimento interattivo del Dipartimento di Fisica dell’università di Palermo illustrerà il fenomeno della superconduttività mediante la levitazione magnetica.

Nuove terre oltre il sistema solare: spiegazioni date in tempo reale da un astronomo, giochi e simulazioni on-line sulla ricerca e caratterizzazione di pianeti abitabili, disponibili su siti della NASA, oltre che osservazioni notturne al telescopio e al binocolo astronomico, guidate da astronomi e tecnici UNIPA e INAF. La marmitta catalitica – misteri svelati: I ricercatori dell’Istituto per i materiali nanostrutturati del CNR sveleranno il mistero di come avere auto pulite e meno inquinamento.

Dai rifiuti urbani al risanamento ambientale: i ricercatori dell’Istituto per i materiali nanostrutturati del CNR illustreranno le procedure per utilizzare sostanze bio-organiche complesse (BOS) derivanti dal trattamento di rifiuti organici urbani per produrre materiali innovativi ed ecosostenibili.

Camera dello smog: le ricercatrici dell’Istituto di biomedicina e di immunologia molecolare del CNR illustreranno gli effetti di inquinanti ambientali sulla salute respiratoria, attraverso la realizzazione di una camera dello smog.
Tesori sommersi: l’Istituto per i materiali nanostrutturati del CNR spiegherà i metodi utilizzati nella pratica della conservazione manufatti metallici di provenienza archeologica sottomarina, i fenomeni di degrado e i rischi a cui essi vanno incontro.

Quando la terra trema: l’Università degli Studi di Enna “Kore” mostrerà i risultati di un progetto finanziato dal PON Ricerca e Competitività 2007-2013 presentando due modellini di casa posti su una piastra vibrante per simulare gli effetti dei terremoti in assenza e in presenza di dispositivi di protezione sismica.

Materiali biodegradabili: il Parco Scientifico e Tecnologico della Sicilia presenterà un progetto, finanziato dal PON Ricerca e Competitività 2007-2013, in cui attraverso l’impiego di batteri che vivono nel terreno si ottengono materiali e molecole ecocompatibili, biodegradabili e riciclabili.

Uno spazio apposito ospiterà alcuni giovani vincitori del Bando “Smart Cities and Communities and Social Innovation” che esporranno le idee relative ai progetti nel campo della mobilità, del turismo e della sostenibilità ambientale.
Gli spazi Out Lab prevederanno emozionanti concerti e spettacoli di livello internazionale, presentati dal giornalista Alfredo Macchi.

Ottoni animati: street band siciliana, frutto di una continua ricerca tra le sonorità della banda tradizionale e la musica etnica moderna.

La fabbrica delle proteine: gli ospiti potranno mettersi nei panni di amminoacidi e combinarsi insieme ai propri amici per formare milioni di proteine differenti.

Aikido: la finalità dell’Aikido non è rivolta al combattimento né alla difesa personale ma alla “padronanza di se stessi”.
Il sole delle Egadi: spettacolo di musica in lingua siciliana, popolare, pop e funk.

Bread Crumbs: il duo palermitano, Irene Ientile (voce) e Ornella Cerniglia (pianoforte) raccoglierà e riproporrà le tracce di un percorso musicale “minimo”.

Folkage band: ritmi e culture di popoli solari, caratterizzati da produzioni musicali cariche di energia e pathos con la voce di Anna Bonomolo, ricercatrice del CNR.

Non mancherà, infine, un’area dedicata ai più piccoli – 4Kids and More – dove i ragazzi, attraverso giochi ed esperimenti, potranno comprendere le leggi che regolano l’universo, giocare a scacchi, costruire robot e approcciare mondi virtuali.

Light 2012 è una manifestazione gratuita.

Il programma è disponibile qui.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti Potrebbe Interessare:

Close